Domenica

Tutti ad Assago per l’addio a Elio e le Storie Tese

Musica Dal Vivo

Tutti ad Assago per l’addio a Elio e le Storie Tese

(credit: www.elioelestorietese.it)
(credit: www.elioelestorietese.it)

Non avete il biglietto? Rassegnatevi: l’appuntamento è sold out da mesi, come si compete quando la data è storica. Il 19 dicembre 2017, martedì prossimo, sarà formalmente celebrato il concerto d’addio di Elio e le Storie Tese.
La locandina di lancio dell’evento ripropone il format di una partecipazione a un funerale con tanto di sponsorizzazione da parte di una nota ditta di pompe funebri. Fanno sul serio o si tratta dell’ennesima presa per i fondelli? Viene spontaneo chiederselo quando hai di fronte una band che sull’ironia e la presa in giro (arte nobile che in inglese si chiama mocking) ha costruito 37 anni di carriera. Da quello che sembra, stavolta la faccenda è piuttosto seria: stavolta gli Elii pare che andranno fino in fondo, bye bye a quel meraviglioso progetto musicale e (perché no?) teatrale che sono stati. Cosa ci si dovrà aspettare?

La setlist non dovrebbe variare molto rispetto alle loro ultime apparizioni, con una cavalcata in su e in giù per la loro avventura musicale che mette in fila perle come Servi della gleba, Cateto, Il vitello dai piedi di balsa, Tapparella e l’imprescindibile Cara, ti amo, ma considerando l’eccezionalità della situazione, aspettiamoci qualche sorpresa importante. Anche sul versante ospiti, mai mancati nella loro discografia e nei loro live act. Che finisca davvero tutto qui o che si tratti di un (ennesimo) sublime sberleffo, sappiate che quella che avete di fronte è la band più demenziale di un Paese che ama prendersi troppo sul serio e la band più seria di un Paese incredibilmente demenziale. Lo furono, lo sono, e lo saranno per sempre. Amen.

© Riproduzione riservata