Domenica

Capodanno, il concertone è Made in Italy

musica dal vivo

Capodanno, il concertone è Made in Italy

(Fotogramma)
(Fotogramma)

Siete pronti a stappare la bottiglia in piazza mentre ascoltate musica dal vivo? Con il 31 dicembre torna l’antica tradizione del concertone di Capodanno, format forse un po’ «in crisi» rispetto a qualche anno fa, causa le ristrettezze economiche degli enti pubblici, ma comunque sempre attuale.
Non ci saranno più i grandi nomi internazionali di una volta, eppure da un capo all’altro del Paese non mancancano gli eventi gratuiti, in centri grandi e piccoli. Partiamo da Milano. A piazza Duomo il palco sarà in mano al mainstream di ieri e di oggi: da un lato il rapper Fabri Fibra, dall’altro il cantautore Luca Carboni che insieme sicuramente si produrranno in Fisico & Politico, hit del 2013 che concepirono insieme. Attenti a Napoli che, quando si tratta di festeggiare l’anno nuovo, fa sempre scuola. Il concertone di piazza Plebiscito sarà all’insegna del progetto Terroni Uniti. Spazio dunque al folk dei vari Daniele Sepe, James Sesese, Francesco Di Bella ed Enzo Gragnaniello.

A Firenze l’appuntamento più pop è a piazzale Michelangelo con un live act che, nella notte di San Silvestro, metterà in fila l’habitué di Sanremo Ermal Meta, il virtuoso del pianoforte Raphael Gualazzi e Morgan, ex leader dei Bluvertigo noto al grande pubblico soprattutto per i suoi trascorsi come giudice di X Factor. Ad Asti il capodanno in piazza Alfieri è prodotto dal Festival Collisioni e ha una grande protagonista, Elisa, una tra le ultime signore della canzone italiana, sempre in bilico tra pop e rock. Ripercorrerà per l’occasione 20 anni di carriera. Se Palermo, per i festeggiamenti a piazza Politeama, sfodera il cantautore napoletano Edoardo Bennato, Pescara osa: chiavi di piazza Salotto in mano a Vinicio Capossela, un maestro cerimoniere folk di rarissimo talento. Pop ma di fattura pregiata a Mantova, dove a piazza Sordello si esibirà Max Gazzè. Genova gioca in casa con gli Ex Otago a piazza de Ferrari, mentre la Sardegna attrae due icone del rock di casa nostra: il cantante dei Litfiba Piero Pelù, in scena a Sassari, in piazza d’Italia, e quello dei Subsonica Samuel all’area portuale di Alghero. Se invece rimarrete a casa, in tutta probabilità vi ritroverete collegati con Maratea, dove Rai 1 metterà ancora una volta uno al fianco dell’altra Al Bano e Romina Power. Che vi piaccia o meno, l’Italia funziona così. Anche a Capodanno.

© Riproduzione riservata