Domenica

Frida Kahlo, record di visitatori al Mudec: 380.124 ingressi

  • Abbonati
  • Accedi
la mostra

Frida Kahlo, record di visitatori al Mudec: 380.124 ingressi

Frida Kahlo. Oltre il mito entra di diritto nella top ten delle mostre più visitate dal 2010 a oggi a Milano, inserendosi al 3° posto ed è in assoluto la mostra più visitata di sempre al MUDEC di Milano dalla sua apertura nel 2015 ad oggi.
Promossa dal Comune di Milano-Cultura e da 24 ORE Cultura-Gruppo 24 ORE, che ne è anche il produttore, e curata da Diego Sileo, la mostra ha registrato anche un altro primato: è stata per ben 11 settimane al primo posto delle mostre più visitate in Italia (Fonte: Robinson - La Repubblica). Numeri da record dunque, per una mostra che è sicuramente andata oltre le più rosee aspettative.

In aggiunta al dato che sottolinea indiscutibilmente come l’allestimento sia stato grandemente apprezzato dal pubblico (e dalla critica), a chiusura dei numeri forniti dalla biglietteria si deve aggiungere anche il dato – per completezza del conteggio – degli ingressi durante gli eventi collaterali legati alla mostra. Si arriva così a quota 380.124 ingressi in 4 mesi.

Il pubblico ha apprezzato un'esposizione capace di raccogliere per la prima volta in Italia in un'unica sede tutte le opere provenienti dal Museo Dolores Olmedo di Città del Messico e dalla Jacques and Natasha Gelman Collection, le due più importanti e ampie collezioni di Frida Kahlo al mondo, e altri capolavori dell'artista messicana mai visti nel nostro Paese tra dipinti, disegni, fotografie e documenti epistolari. Ha anche grandemente apprezzato la prospettiva originale ed inedita sulle radici indigene del lavoro di Frida offerta dall'esposizione parallela “Il sogno degli antenati. L'archeologia del Messico nell'immaginario di Frida Kahlo”, con opere dalla collezione messicana del Mudec.

Con il lavoro pluriennale di studio del curatore la mostra ha avuto il merito di raccontare al pubblico e agli esperti nuove chiavi di lettura della produzione della pittrice messicana, sulla scorta di documenti inediti svelati nel 2007 dall'archivio ritrovato di Casa Azul (dimora dell'artista a Città del Messico), e da altri importanti archivi qui presenti per la prima volta con materiali sorprendenti e rivoluzionari (archivio di Isolda Kahlo, archivio di Miguel N. Lira, archivio di Alejandro Gomez Arias) che hanno dato nuove chiavi di lettura della sua produzione.

Grande successo di pubblico anche per il public program organizzato in concomitanza con la mostra, e a cura di 24 ORE Cultura e della direzione e del personale scientifico del MUDEC: dieci conferenze di approfondimento sul Messico di Frida aperte al pubblico. E poi tre presentazioni di libri che hanno avuto protagonista Frida Kahlo, uno spettacolo teatrale sulla vita e la sua arte e una performance artistica ambientata nelle sale della mostra. Incontri con il curatore, aperitivi a tema e un finissage di più giorni, con aperture al pubblico in orari straordinari. Senza contare l'evento creato da Confcommercio, Comune di Milano e MUDEC, che ha proposto per più sere le bellissime e suggestive proiezioni sulle torri bianche della periferia milanese del Gratosoglio dei dipinti di Frida Kahlo presenti in mostra, dando a tutti i cittadini la possibilità di godere dell'arte della più grande artista messicana del Novecento.

Un grande traguardo, il successo di questa mostra, che rende orgogliosa 24 ORE Cultura, che nel 2018 tornerà a investire anche su altre piazze italiane, oltre a implementare i già consolidati progetti esteri. Il grande rapporto di relazione con i musei e i prestatori internazionali, anche grazie alla competenza e alla reputazione del Museo delle Culture (Mudec) ha permesso infatti di sviluppare una strategia internazionale che vede la Società da un lato contribuire al progetto del Comune di Milano di fare della città non solo la capitale economica ma anche la capitale culturale del Paese, dall'altro esportare nel 2018 in Brasile, Corea, Spagna, Germania e Finlandia diversi progetti espositivi originali.

«Un risultato non scontato, raggiunto sia grazie al lavoro dei nostri curatori sia grazie al ruolo sempre più importante e autorevole che 24 ORE Cultura ha saputo ritagliarsi in questi anni tra i player internazionali del mercato, che ci hanno riconosciuto il knowledge acquisito e la qualità dei progetti realizzati», commenta Franco Moscetti, Presidente di 24 ORE Cultura – Gruppo 24 ORE.
Negli anni 24 ORE Cultura ha prodotto (anche in coproduzione con Palazzo Reale) e promosso 8 delle 10 mostre attualmente nella topten delle esposizioni più visitate a Milano dal 2010 ad oggi, tra le quali ricordiamo quelle dedicate a Picasso (2012-2013) Chagall (2014-2015), Van-Gogh (2014-2015) Dalì (2011), Escher (2016-2017) e altre, tutte ospitate nelle sale di Palazzo Reale. Per la prima volta con “Frida Kahlo. Oltre il mito” il MUDEC entra – unico museo insieme a Palazzo Reale – in questa prestigiosa classifica.

© Riproduzione riservata