Storia dell'articolo

Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 10 febbraio 2012 alle ore 16:39.

My24

Una cosa che sento dire da tutti è che questa Grande Depressione Meno Grande è brutta, ma non è niente in confronto alla Grande Depressione.
Ma è una visione troppo americano-centrica: la Grande Depressione da noi fu devastante, mentre questa volta ce la siamo cavata meglio di molti altri Paesi. Come sottolinea Jonathan Portes, direttore del National Institute of Economic and Social Research sul suo blog Not the Treasury View, la recessione in Gran Bretagna ormai ha superato, in lunghezza e gravità, quella degli anni 30 (un grafico pubblicato su notthetreasuryview.blogspot.com il 25 gennaio mostra, per varie recessioni in Gran Bretagna, il calo del prodotto interno lordo reale rispetto al picco raggiunto in precedenza).
Mi sembra che quando cominciai a criticare la fissazione del governo Cameron per l'austerity, ci fu qualche quotidiano inglese di destra che mi invitò a tacere. Ma a me sembra che le mie critiche siano state confermate dai fatti.

Il club del peggio-che
Rimanendo sul tema della recessione in Gran Bretagna che ha superato in durata quella degli anni 30: si tratta di un caso isolato?
Assolutamente no. Il National Institute of Economic Social Reaserach ha elaborato una serie mensile sul PIL britannico, che usa dati in tempo reale per la comparazione. Non posso replicare a questi dati, ma posso usare i dati storici Maddison dell'Università di Groninga, in Olanda, e i dati del Fondo monetario internazionale – comprese le proiezioni per il 2012 e il 2013 – per fare qualche comparazione. Per la Gran Bretagna, come si vede dal grafico a sinistra, il peggioramento è evidente (uso dati annuali: l'anno zero è il 1929 o il 2007, e il PIL reale è espresso in ciascun caso come percentuale del picco precrisi). L'Italia è sulla destra.

La Francia e la Germania se la stanno cavando molto meglio che all'inizio degli anni 30, ma bisogna considerare che in quel periodo le autorità francesi e tedesche misero in campo misure disastrosamente deflazionistiche. (Fu la deflazione di Brüning, non l'inflazione di Weimar, che portò al potere voi-sapete-chi). Con due delle quattro grandi economie europee che vanno peggio che ai tempi della Grande Depressione, almeno per quanto riguarda il PIL (e il conto sale a tre su cinque se aggiungiamo la Spagna), pensate che ci sia qualche possibilità che i sacerdoti del rigore capiscano che magari, forse, stanno seguendo la strada sbagliata?
(Traduzione di Fabio Galimberti)

Commenta la notizia

Shopping24

Dai nostri archivi