Storia dell'articolo

Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 13 marzo 2012 alle ore 17:58.

My24

Il 51% delle imprese ha smesso di assumere giovani laureati in attesa di conoscere i contenuti della riforma sul mercato del lavoro. A certificare lo stop agli ingressi sul lavoro è uno studio di Bachelor Selezione Neolaureati che lancia l'allarme: senza una rapida approvazione della riforma «un'intera generazione di neolaureati corre il rischio di perdere il treno per entrare nel mondo del lavoro» andando inevitabilmente a sovrapporsi sia a coloro che li hanno preceduti, e che non hanno ancora un impiego, sia a quelli che li seguiranno. Un'incertezza in evidente peggioramento se, come spiega ancora il dossier, lo scorso gennaio le aziende che avrebbero rinviato ogni proposito di assunzione si attestavano al 28%; in poco più di un mese, invece, la percentuale appare quasi raddoppiata.

In sostanza, si legge ancora nella ricerca, «le aziende preferiscono attendere di conoscere le nuove regole prima di riprendere le assunzioni. Il pericolo, dunque, è quello della paralisi di un mercato del lavoro che giá non sta vivendo uno dei momenti migliori». Da qui l'appello, controfirmato dal presidente di Bachelor Salvatore Corradi e sottoscritto da trenta rappresentanti di grandi aziende al ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Elsa Fornero, con «l'auspicio che nel più breve tempo possibile si possa dare chiarezza alle giovani laureate, ai giovani laureati e alle grandi imprese». Un appello, spiega ancora la nota, al quale hanno giá aderito, in 48 ore, quasi mille giovani laureati.

Commenta la notizia

Shopping24

Dai nostri archivi