Storia dell'articolo

Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 05 novembre 2011 alle ore 08:15.

My24

Tutti a caccia di reality show e serie televisive. L'America sta muovendo alla conquista del mercato delle produzioni tv in Europa e la schiera di pretendenti stranieri per Endemol è il segnale di nuovo risiko nell'industria dei media. Per la casa olandese di format tv, l'offerta di un super-corazzata come Time Warner è una una notizia confortante. Nel quartier generale dell'azienda l'affondo degli americani, così come le avances di inglesi e tedeschi sono la dimostrazione lampante che, nonostante la bufera finanziaria e la crisi economica, l'azienda piace. D'altronde che il problema di Endemol sia solo il debito e non la gestione industriale è noto. Esce allo scoperto anche Marco Bassetti: «La notizia di Time Warner ci fa piacere, ma non ci stupisce perché l'azienda va bene e sta crescendo. Noi rimaniamo focalizzati nel trovare un accordo coi creditori. Siamo ottimisti e sicuri di poter chiudere il nodo del riassetto a breve» ha commentato il presidente di Endemol.
Se da «brutto anatroccolo» per via dell'alto debito, oggi Endemol è diventato l'asset più conteso nell'indutria tv del Vecchio Continente, il motivo è che i contenuti stanno diventando sempre più cruciali nel business televisivo. La scintilla che ha fatto scattare l'interesse è stata la recente mossa di Rupert Murdoch: il canale Fox ha acquistato la casa di produzione londinese Shine, di proprietà della figlia del magnate. Un'operazione che a prima vista parrebbe solo dettata da favori familiari in una logica captive di NewsCorp, ma che in realtà nasconde una strategia industriale: conquistare il mercato europeo delle produzioni, proprio quando l'industria sta andando verso una maggiore disintermediazione dei contenuti: i veri concorrenti dei grandi studios saranno i social distributor, le piattaforme come iTunes. E Murdoch, fiutando il cambiamento si è mosso in anticipo.
Di qui la contromossa del concorrente Time Warner, decisa a non lasciare campo libero a Murdoch nella battaglia per i contenuti. In scia agli americani, si sono inseriti tedeschi e inglesi che si vedono invadere in casa dagli stranieri. Endemol può trasformarsi in un jolly che riesce a garantire circa 150 milioni di margine operativo lordo. Ma soprattutto quello che interessa ai grandi gruppi tv è la diversificazione perché quello di Endemol è un business che sta a monte della trasmissione di canali tv. Esserne proprietario offre due vantaggi: produrre in casa contenuti per l'autoconsumo, con un notevole risparmio sui costi, ma allo stesso tempo vendere anche a concorrenti o terzi i propri format.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Listino azionario italia

Principali Indici

Shopping24

Dai nostri archivi