Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 22 maggio 2012 alle ore 12:30.

My24
(Afp)(Afp)

I francesi che lo hanno votato (e gli europei che si schierano in questa delicata fase contro la visione della Germania) hanno fatto scattare il conto alla rovescia. Domani Francois Hollande presenterà al summit informale della Ue la sua proposta di Eurobond, tra i cavalli di battagila della campagna elettorale che lo ha portato all'Eliseo dal 7 maggio.

I mercati oggi mettono a segno un rimbalzo sostenuto (dopo i forti ribassi delle ultime sedute) puntando proprio sugli Eurobond, il cui lancio è sollecitato anche dall'Ocse. Il tema è: riuscirà il nuovo presidente francese a convincere la cancelliera tedesca Angela Merkel a dare il via a questo strumento finanziario, visto un po' da tutti (eccetto la Germania) come la panacea di questa interminabile crisi dell'Eurozona, oggi ancor più violenta di cinque anni fa, quando è difatti scoppiata?

Dalle prime indiscrezioni emerge che sono «possibili» alcuni compromessi su diverse proposte francesi per rilanciare la crescita, ma le posizioni restando «in disaccordo» sugli Eurobond. Lo ha detto Pierre Moscovici, ministro dell'Economia francese - che ieri ha incontrato il collega tedesco Wolfgang Schäuble - spiegando che «ci sono dei compromessi», sul rafforzamento del capitale della Banca europea degli investimenti (Bei), l'impiego di fondi strutturali inutilizzati e una tassa sulle transazioni finanziarie. Quanto agli Eurobond, quindi, pare che la strada sia ancora in salita.

Intanto, in attesa di conoscere quella che sarà la versione degli Eurobond di Hollande, proviamo a capire che cosa sono gli Eurobond, i project bond e le varianti fin qui presentate da economisti e politici su cui per ora ha prevalso lo scudo della Merkel.

Eurobond ed EuroUnionBond
Rilanciato per la prima volta dall'economista Alberto Quadro Curzio il tema degli Eurobond è stato ripreso nell'estate 2011 dall'ex premier Romano Prodi sulle pagine del Sole 24 Ore con gli EuroUnionBond, un'evoluzione concettuale degli Eurobond. Di cosa si tratta? Come indica lo stesso Quadro Curzio nel libro "Economia oltre la crisi" gli EuroUnionBond sono obbligazioni che dovrebbero essere emesse da un Fondo finanziario europeo preposto.

La grande differenza rispetto ai bond emessi dal Fondo salva-Stati europeo riguarda la garanzia. Gli EuroUnionBond sono garantiti da capitale realmente conferito dai Paesi (e non potenziale come nel fondo salva-Stati). In che modo? Attraverso un mix di riserve auree e azioni di società esistenti o da costruire, specializzate in reti e infrastrutture (tlc, trasporti, etc.).

Nel dettaglio, il capitale reale sarebbe conferito dagli Stati dell'Uem nelle stesse proporzioni che essi hanno in quello della Banca centrale europea. Tenendo conto che:

Commenta la notizia

Listino azionario italia

Principali Indici

Shopping24

Dai nostri archivi