Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 23 luglio 2012 alle ore 10:46.

My24

L'ennesimo ripensamento. L'ennesimo crollo dei mercati. L'ennesimo volo dello spread. Il Fondo Monetario Internazionale, secondo il settimanale tedesco Spiegel, vorrebbe bloccare gli aiuti economici ad Atene. Ma allora viene da chiedersi perchè così tanta agonia pagata a caro prezzo dalle economie e dalle Borse europee, italiane e spagnole in primis. Il salvataggio della Grecia poteva avvenire già due anni fa, agli albori della sua crisi.

Sarebbe costato molto meno e, forse, l'effetto domino sarebbe stato più contenuto. Ancora oggi secondo le stime Iif il costo del salvataggio si aggira intorno ai 300 miliardi, mentre il suo default costerebbe all'intero sistema europeo (banche, aiuti agli stati più deboli per l'effetto domino) oltre mille miliardi.

Così questa mattina c'è un po' di benzina in più sull'incendio già divampato venerdì scorso quando la Spagna ha ammesso di dover soccorrere non solo le sue banche ma anche le sue regioni, alcune delle quali fino a qualche anno fa profittevoli.

Nuova pressione e nuovo panico, dunque, sui mercati. Inevitabile, in queste ore, la fuga dalle Borse e dai Bond dei Paesi periferici europei, con l'euro crollato ai minimi da due anni. Lo spread Btp-Bund è schizzato oltre 520 punti con il rendimento del decennale oltre il 6,4%.
Il Bonos ha un differenziale con il titolo a 10 anni tedesco di 637 punti base e rende il 7,5%. Al tempo stesso emerge un film già ampiamente visto nei picchi di questa crisi: fuga da Italia e Spagna, rifugio nei titoli tedeschi, e in quelli dei Paesi del Nord Europa. Il decennale tedesco questa mattina è al suo minimo intorno a 1,13%. E la pressione si sente soprattutto sui titoli di Stato a breve (con scadenze fino a 5 anni), i più sensibili a eventuali defalut: volano i rendimenti dei bond di Stato dei Paesi periferici, sotto zero il tasso per i Paesi «rifugio».

Anche in Borsa è un bagno di sangue: la pioggia di vendite sta interessando soprattutto i titoli bancari. In Europa l'indice perde oltre il 3% e a Milano e Madrid molti titoli sono sospesi per eccesso di ribasso.
Un inizio di settimana difficile che impensierisce molto gli operatori, preoccupati anche per i circa 40 miliardi (14,5-18 miliardi in Italia) di titoli di Stato in asta che in settimana arriveranno sul mercato.

Commenta la notizia

Listino azionario italia

Principali Indici

Shopping24

Dai nostri archivi