Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 15 gennaio 2013 alle ore 11:41.

My24

E' un nome che ha fatto la storia dei personal computer. E presto potrebbe diventare lui stesso storia, almeno in Borsa. Dell Computer e' in trattativa con almeno due colossi del private equity americano che potrebbero acquisirla e toglierla da Wall Street, dove il titolo e' ormai sottoposto alla costante tortura della crisi: in un anno ha perso un terzo del valore.

E gli investitori non perdonano all'azienda la sua "matematica": per raggranellare profitti di poco piu' che mezzo miliardo di dollari, nel passato trimestre, ha dovuto far leva su un fatturato da 13,7 miliardi di dollari.
Le trattative, riportate dall'agenzia Bloomberg e poi dal Wall Street Journal, hanno spinto il titolo a guadagnare quasi il 13% ieri nonostante i nomi dei potenziali acquirenti fattisi avanti "seriamente" negli ultimi due o tre mesi non siano per ora affiorati. L'azienda, che ha sede in Texas, era stata fondata da Michael Dell nel 1984, quando aveva 19 anni ed era uno studente universitario con soli mille dollari a disposizione. Il suo segreto: puntare sulla vendita di computer assemblati a prezzi bassi. E Dell e' tuttora il terzo gruppo nei Pc.

L'era dei Pc, almeno di quelli tradizionali come i suoi e non targati Apple, appare tuttavia inesorabilmente al tramonto. Lo dicono le vendite mondiali: stando alle societa' di ricerca Gartner e Idc sono scese nel terzo trimestre dell'anno scorso con l'unica incertezza sulla percentuale, tra il 4,9% e il 6,4 per cento. Dell fa meglio nei server e nei servizi, dedicati ai clienti aziendali, ma ls concorrenza e' forte anche sui e il business non basta a compensare il declino.

Un buyout e un delisting dell'azienda potrebbero aiutare Dell a ripensare all'attivita' lontano dei rigori di Borsa: nel 2010 lo stesso chief executive Michael Dell ipotizzo' una simile operazione. Da sola non risolve i dilemmi strategici. Gli ostacoli non sono pochi neppure davanti all'operazione finanziaria: un'acquisizione di Dell sarebbe un'operazione gigantesca. Il valore, considerando i premi medi pagati per simili acquisizioni, potrebbe sfiorare i 23 miliardi di dollari, quasi 20 miliardi anche senza considerare la quota del 15,7% in mano a Michael Dell. Vale a dire dimensioni insolite nell'attuale clima di cautela sui merger: il buyout diventerebbe il piu' grande nel settore tecnologico dal 2007, quando il fondo Kkr compro' First Data per oltre 25 miliardi. Nonche' la principale acquisizione nei computer dal 2002, quando per 19 miliardi si unirono Hewlett-Packard e Compaq. Altre societa' tecnologiche hanno cercato di imboccare la strada di buyout e ritiri dalla Borsa, quali Seagate Technology, solo per dovervi rinunciare dopo scontri con difficolta' di valutazione e finanziamento.

Commenta la notizia

Listino azionario italia

Principali Indici

Shopping24

Dai nostri archivi