Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 25 gennaio 2013 alle ore 20:09.

My24

L'assemblea straordinaria di banca Monte dei Paschi ha deliberato oggi di concedere al Cda la delega per aumentare il capitale sociale per un controvalore massimo di 4,5 miliardi al servizio dell'esercizio della facoltà di conversione della Banca dei 'Monti Bond'. Mps ha chiesto un intervento di 3,9 miliardi, comprensivo di 1,9 miliardi per la sostituzione dei precedenti 'Tremonti Bond'.

La delega dell'assemblea straordinaria al CdA prevede anche la possibilità di aumentare il capitale sociale di 2 miliardi al servizio esclusivo del pagamento in azioni degli interessi da corrispondere. Ha votato a favore oltre il 98%.

ASSEMBLEA AFFOLLATA,CON RIVERBERO CAMPAGNA ELETTORALE
Era questo l'unico punto all'ordine del giorno di un'assemblea molto affollata: oltre 250 i soci che hanno riempito l'auditorium, quasi gli 40 iscritti a parlare, oltre 100 giornalisti accreditati per un appuntamento che si è protratto per oltre sei ore. L'assemblea di Mps è stata anche teatro di un pezzo della campagna elettorale, con gli interventi del leader del Movimento 5 Stelle, Beppe Grillo, di Michele Boldrin, cofondatore del movimento "Fare. Fermare il declino" di Oscar Giannino, di Giampiero Samorì dei "Moderati in rivoluzione per l'Italia" e dell'europarlamentare della Lega Nord, Mauro Morganti.
Beppe Grillo ha definito Alessandro Profumo "inadatto a governare la banca, perché indagato" e non ha risparmiato critiche alla politica: "Hanno trasformato il partito in una banca e la banca in un partito". Il presidente di Montepaschi ha ribattuto dicendo "rispetto la posizione di Grillo, ma farò di tutto per consentirgli di ricredersi".

VIOLA: NON CI SONO ALTRI CASSETTI DA APRIRE
A tenere banco oggi a Siena anche la questione dei derivati, sulla quale numerosi soci hanno chiesto chiarimenti. Ha risposto l'a.d. Fabrizio Viola, dicendo che Mps non ha altre operazioni non conosciute chiuse nei 'cassetti' della Banca. "Però – ha sottolineato Viola - per poter dire la parola fine occorre finire il lavoro. Ci siamo dati l'obiettivo di concludere entro i primi 10-15 giorni di febbraio e siccome è materia delicata un po' di prudenza ci vuole''.

PROFUMO: NON PREVEDIAMO L'INGRESSO DI ALTRI SOCI
È toccato al presidente Profumo a rassicurare soci e correntisti. "Non abbiamo alcun socio che prevediamo possa entrare'', ha detto rispondendo a una domanda in assemblea. ''Nel momento in cui andremo a esercitare la delega per l'aumento di capitale deciso nell'assemblea precedente - ha aggiunto - insieme agli altri soci rilevanti dovremo identificare chi sottoscriverà l'aumento di capitale". Ai correntisti del Monte, Profumo ha detto che "possono stare assolutamente tranquilli, secondo noi e anche secondo le autorità di vigilanza che si sono espresse in merito".

SIENA SOTTO SHOCK, NIENTE FINANZIAMENTI A SPORT E PALIO
La tensione di un'intera città, preoccupata per le ricadute economiche e sociali delle vicende che interessano la banca Montepaschi, si è riversata oggi su un'assemblea formalmente convocata per deliberare soltanto sui Monti Bond. E le conferme di un cambio di passo all'insegna delle ristrettezze non sono mancate. Dopo che il presidente Profumo ha ribadito la fine dei finanziamenti alle contrade del Palio, è stato l'ad Fabrizio Viola a dire che non ci saranno sponsorizzazioni neppure per il prossimo campionato di calcio dell'AC Siena e probabilmente, a partire dal 2014, neppure per il basket della Mens Sana.

Commenta la notizia

Listino azionario italia

Principali Indici

Shopping24

Dai nostri archivi