Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 27 febbraio 2013 alle ore 10:50.
L'ultima modifica è del 27 febbraio 2013 alle ore 14:45.

My24

Il governo ad interim guidato da Mario Monti starebbe pensando di rinviare il piano di salvataggio da 3,9 miliardi di euro su Banca Mps, lasciando la decisione finale sul versamento al prossimo governo. È quanto apprende la Bloomberg. Secondo il decreto approvato dal gabinetto Monti nel mese di dicembre, il pagamento dovrebbe essere completato entro il 1 marzo. Secondo il piano di salvataggio del governo, Monte Paschi venderà titoli, soprannominati "Monti bond", al governo con una cedola del 9 per cento, che può salire a un massimo di 15 per cento. Su queste indiscrezioni il titolo Banca Mps cede il 3,5% a Piazza Affari a quota 0,205 euro.

Il titolo continua in rosso ma nel primo pomeriggio è arrivata una notizia che non conferma le indiscrezioni. Secondo l'agenzia Ansa è Mps a un passo dall'emissione dei 3,9 miliardi di Monti bond. Il lancio resta confermato entro il primo marzo (tra domani e venerdì), come previsto dal decreto firmato dal governo in uscita.

Codacons fa ricorso al Consiglio di Stato
Intanto, sul ricorso per bloccare i Monti-bond destinati ad Mps il Consiglio di Stato
deciderà il 22 marzo e non più lô8 marzo come precedentemente annunciato. Lo ha comunicato il Codacons che si è rivolto ai giudici di Palazzo Spada contro la sentenza del Tar del Lazio che ha respinto il ricorso dellôassociazione.

Commenta la notizia

Listino azionario italia

Principali Indici

Shopping24

Dai nostri archivi