Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 14 aprile 2013 alle ore 22:08.

My24

Comunicato Stampa - Consiglio di Amministrazione RCS MediaGroup

Approvata l'operazione di rifinanziamento del debito bancario in scadenza
Approvati i termini del finanziamento a medio lungo termine per un massimo 575 milioni di Euro da destinarsi al rifinanziamento del debito bancario in scadenza.

Definito lo schema della proposta di ricapitalizzazione della Società
per un importo massimo di 600 milioni di Euro

Definito lo schema della proposta di aumento di capitale sociale a pagamento di almeno 400 milioni di Euro, comprensivi di eventuale sovrapprezzo, previa eliminazione del valore nominale e riduzione del capitale, ex art. 2446 del Codice Civile, per le perdite complessive che risulteranno dalla Situazione Patrimoniale della Società al 31 marzo 2013, con conseguente raggruppamento delle sole azioni ordinarie, nonché della delega ad aumentare il capitale sociale per massimi 200 milioni di Euro entro il 2015.

Approvati i risultati al 31 dicembre 2012

Ricavi consolidati pari a 1.597,7 milioni (1.860,3 nel 2011).

Ricavi da attività digitali (escludendo Dada ) pari al 9% dei ricavi totali di Gruppo.
EBITDA pre oneri e proventi non ricorrenti positivo per 61 milioni (positivo per 163,4 nel 2011).

Risultato netto pari a -509,3 milioni (-322 milioni nel 2011),
con svalutazioni di immobilizzazioni per 435,1 milioni (349,2 milioni nel 2011).

Indebitamento finanziario netto a 845,8 milioni, in miglioramento di 92,4 milioni rispetto al 2011.

Risultato netto della Capogruppo RCS MediaGroup S.p.A. pari a 494,7 milioni.

Milano, 14 aprile 2013 – Il Consiglio di Amministrazione di RCS MediaGroup si è riunito in data odierna sotto la presidenza di Angelo Provasoli per approvare il Bilancio consolidato e il progetto di Bilancio al 31 dicembre 2012, l'operazione di rifinanziamento del debito bancario e lo schema della proposta all'Assemblea Straordinaria di ricapitalizzazione della Società per complessivi massimi 600 milioni di Euro.
Come noto, l'aggravarsi della situazione di sfavorevole congiuntura generale e di profonda trasformazione dell'editoria ha condizionato e continua a riflettersi significativamente sui risultati del Gruppo, richiedendo una rapida implementazione del Piano per lo Sviluppo 2013-2015, precedentemente approvato.

In tale contesto e a supporto degli obiettivi del Piano per lo Sviluppo è stata approvata l'operazione di rifinanziamento per 575 milioni di Euro del debito bancario in scadenza, con la sottoscrizione di un term sheet con le banche creditrici che vincola l'erogazione del finanziamento all'effettiva sottoscrizione e liberazione dell'aumento di capitale - per un importo di almeno 400 milioni di Euro ed è stato approvato lo schema della proposta di ricapitalizzazione della Società per massimi 600 milioni di Euro.

Approvata l'operazione di rifinanziamento del debito bancario in scadenza
Il Consiglio, previo parere favorevole del Comitato Parti Correlate, ha approvato i termini dell'operazione di rifinanziamento del debito bancario in scadenza contenuti nella lettera di mandato e nel term sheet, oggetto di formale proposta in data 13 aprile 2013 da parte di un pool di banche finanziatrici composto da Intesa Sanpaolo S.p.A., UBI Banca (Banca Popolare di Bergamo e Banca Popolare Commercio e Industria), UniCredit S.p.A., BNP Paribas Succursale Italia, S.p.A., Banca Popolare di Milano S.c.a r.l. e Mediobanca – Banca di Credito Finanziario S.p.A. Più in particolare, l'operazione di rifinanziamento prevede la messa a disposizione della Società di un finanziamento (il "Finanziamento") a medio lungo termine per un importo complessivo massimo di 575 milioni di Euro, composto da tre linee di credito:
- una linea di credito bullet di Euro 200 milioni (Linea di Credito A) con scadenza a tre anni, al cui rimborso sarà destinata parte degli importi provenienti dalle cessioni di attivi c.d. non core;
- una linea di credito amortizing di Euro 275 milioni (Linea di Credito B) con scadenza finale a cinque anni e con periodo di preammortamento di tre anni;
- una linea di credito revolving di Euro 100 milioni (Linea di Credito C) con scadenza a cinque anni.
L'erogazione del Finanziamento sarà subordinata, tra l'altro, all'esecuzione e liberazione dell'aumento di capitale della Società per un importo non inferiore a 400 milioni di Euro.
Poiché al Finanziamento partecipano Intesa Sanpaolo S.p.A. e Mediobanca – Banca di Credito Finanziario S.p.A., che sono parti correlate di RCS, l'operazione è stata approvata ai sensi del Regolamento Consob n. 17221 del 2010 e della procedura parti correlate approvata dal Consiglio di Amministrazione del 10 novembre 2010. La Società metterà a disposizione del pubblico il documento informativo relativo ad operazioni di maggiore rilevanza con parti correlate nei tempi previsti nel citato Regolamento Consob.

Commenta la notizia

Listino azionario italia

Principali Indici

Shopping24

Dai nostri archivi