Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 06 luglio 2013 alle ore 09:50.

My24
Shosuke Mori, presidente della Confindustria di Osaka: «La Abenomics? Deve essere più audace»

OSAKA - Shosuke Mori è il presidente della Confindustria della regione di Osaka (Kansai Economic Federation). In una intervista al Sole-24 Ore, Mori fa il punto sull'Abenomics dal punto di vista degli industriali del Giappone occidentale. Il giudizio è positivo per quanto riguarda l'approccio business-friendly e la volontà di promuovere iniziative e riforme da tempo chieste dagli ambienti dell'industria e osteggiati da altri settori (come una accelerazione nei negoziati internazionali di libero scambio).

Mori chiede però più determinazione su vari punti, compresa la riattivazione di centrali nucleari (del resto, lui è il capo della maggiore utility del Kansai). E suggerisce che il successo dell'Abenomics creerà più opportunità di investimenti e commerci in Giappone anche per i gruppi europei.

A sette mesi dall'insediamento del nuovo governo dlepremier Shinzo Abe, come giudica l'Abenomics?
"L'insediamento del governo Abe verso la fine dello scorso anno ha visto il manifestarsi di alcuni segnali positivi per l'economia giapponese, troppo a lungo in stagnazione. Tra questi l'indebolimento dello yen, sino ad allora rafforzatosi a livelli eccessivi, e la rivitalizzazione del mercato azionario, risultati questi che si possono ben attribuire alla cosiddetta Abenomics, la nuova strategia di politica economica promossa proprio dal questo governo per la quale la nostra federazione esprime un giudizio abbondantemente positivo. Tra le "tre frecce" all'arco del primo ministro Abe la più importante è certamente quella della crescita – soprattutto una crescita stabile - linea che tutti ci auguriamo venga risolutamente ed efficacemente implementata con decisioni capaci di ripristinare stabilmente l'economia forte di un tempo".

Nella regione di Osaka si stanno già manifestando effetti concreti?
"La sola regione di Kansai, situata nel Giappone centrale e seconda in termini d'importanza del Paese, per dimensioni economiche equivale all'Olanda. Il suo grande punto di forza è l'elevata concentrazione di aziende, università e altre realtà di ricerca e sviluppo di tecnologie d'avanguardia nel mondo. Con queste premesse, in sintonia con il governo Abe e manifestando al massimo le potenzialità della regione, come federazione locale anche noi vogliamo contribuire alla rinascita dell'economia giapponese nel suo complesso. Secondo l'indagine trimestrale svolta di recente presso le aziende federate per misurarne l'indice di fiducia sullo stato del business, rispetto a quella del dicembre 2012 vi è stato un netto miglioramento.

Tale risultato è particolarmente importante perché, rispetto alla prima indagine della serie condotta nel marzo 2001, questa volta abbiamo registrato il maggior miglioramento in termini assoluti non tanto della situazione attuale quanto delle prospettive future dell'economia. Va tuttavia detto che la ricaduta positiva sulle aziende partecipanti all'indagine è ancora limitata e ciò sembra in effetti riflettere una certa asincronia tra l'economia reale e le previsioni. Le aspettative costituiscono però una grande occasione e per questo ribadisco il forte desiderio della federazione che il governo attui una strategia di crescita efficace con grande determinazione.

Commenta la notizia

Listino azionario italia

Principali Indici

Shopping24

Dai nostri archivi