Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 29 ottobre 2014 alle ore 22:10.
L'ultima modifica è del 29 ottobre 2014 alle ore 23:03.

My24

Chiusura in leggero ribasso per Wall Street dopo l’annuncio della fine del Qe, col Dow Jones che perde lo 0,19% a 16.973,99 punti e il Nasdaq lo 0,33% a 4.549,23 punti. In calo anche l'indice S&P500 che cede lo 0,14% a 1.982,28 punti. Sulla piazza Usa vola Fiat Chrysler Automobiles (Fca), che guadagna l'11,28% a 10,85 dollari, dopo essere arrivato nel corso della giornata oltre il 14% e gli 11 dollari ad azione. A New York male Facebook (-6%), calo più ampio da marzo dopo i conti trimestrali.

andamento titoli

Le Borse europee sono state un po’ sull’ottovolante. Per, poi, chiudere contrastate. Piazza Affari, in particolare, ha archiviato la seduta in calo dell’1,64%. Un’accelerazione verso il basso sui cui hanno pesato, da un lato, titoli come StMicroelectronics e Saipem. E, dall’altro, la discesa delle banche: da Unicredit a Intesa Sanpaolo fino a Mps, in calo dell’8,23% al nuovo minimo storico. Male anche Ubi Banca, come Mps sospesa al ribasso nel finale di seduta in calo teorico tra il 5 e il 6 per cento.

Il reddito fisso
Nel mondo del reddito fisso lo spread BTp-Bund ha chiuso intorno a 160 punti base con il rendimento del governativo italiano a circa il 2,59%. La differenza di rendimento, invece, tra il decennale spagnolo e quello tedesco si è attestata attorno al 1,26%. Il tasso del Bonos spagnolo è circa il 2,16%.

In mattinata il Tesoro italiano ha assegnato 6,5 miliardi di BoT a 6 mesi. Il rapporto tra la domanda di titoli richiesti e quelli assegnati è stato di 1,73. Il rendimento lordo è salito al 0,379% dallo 0,232% del collocamento precedente. Si tratta del valore più alto dal maggio scorso. La dinamica al rialzo, peraltro, non è una sorpresa in quanto è l’adeguamento dello yield ai trend sul mercato secondario.

A Piazza Affari
Focus, come detto, degli operatori su Stmicroelectronics che ha abbassato le stime sull’ultimo trimestre dell’anno. Interesse c’è stato anche su Saipem: in giornata Credit Suisse ha ridotto il suo target price sul titolo. Elevati, inoltre, gli scambi sul Monte dei Paschi. Non potrebbe essere stato altrimenti, a fronte delle notizie sul possibile rinvio del rimborso dei Monti Bond.

Altro focus è stato su Fca. Il gruppo automobilistico, al di là dei conti, ha annunciato lo spin off della Ferrari. Un’operazione finalizzata alla quotazione della casa del Cavallino in Borsa.

Il meeting della Fed e gli effetti su Wall Street
I listini a New York sono scivolati sotto la parità e hanno accelerato al ribasso dopo il comunicato della Federal Reserve che, come atteso, ha lasciato stabili ai minimi i tassi d'interesse e concluso il terzo programma di Quantitative Easing. I treasury hanno esteso a loro volta i ribassi con il rendimento del bond decennale, benchmark del settori, balzato ai massimi di giornata a quota 2,36%. Il dollaro si è rafforzato contro euro e yen a 1,2642 e a 108,78 rispettivamente. Petrolio in rialzo in chiusura: i futures sul light crude Usa hanno quotato al Nymex a 82,20 dollari a barile, in rialzo di 78 centesimi (+0,96%).

Commenta la notizia

Listino azionario italia

Principali Indici

Shopping24

Dai nostri archivi