Finanza & Mercati

Generali, Donnet verso la nomina a ceo

Finanza personale

Generali, Donnet verso la nomina a ceo

  • –Marigia Mangano

Tutto pronto per il cambio al vertice di Generali. Oggi il comitato nomine della compagnia, composto dal presidente Gabriele Galateri, dal vicepresidente Francesco Gaetano Caltagirone e da Lorenzo Pellicioli, proporrà l’indicazione a group ceo di Philippe Donnet, oggi alla guida di Generali Italia. Sarà lui a sostituire Mario Greco e a guidare il gruppo garantendo continuità al piano industriale. La nomina di Donnet sarà accompagnata da un rafforzamento dell’attuale posizione del cfo Alberto Minali che sarà nominato direttore generale della compagnia con un perimetro di deleghe sulla finanza. Una riforma della governance, dunque, capace di garantire ai soci di Generali numeri e strategie. Sulla carta quello del comitato nomine è un incarico esclusivamente propositivo, la decisione finale spetterà al Cda del 17 marzo, quando all’ordine del giorno ci sono i conti annuali del gruppo. Sarà il board a mettere il sigillo finale e a distribuire in modo puntuale le deleghe ai due manager.

Donnet e Minali sono state due pedine chiave della gestione dell’ex ceo Mario Greco ed entrambi hanno contribuito in misura importante a realizzare i risultati 2015 delle Generali. Così come sono stati un tassello fondamentale per la scrittura dell’ambizioso piano industriale al 2018. La loro nomina, dunque, rappresenta una scelta all’insegna della continuità e va inserita all’interno di un percorso, partito quattro anni fa subito dopo l’uscita dell’ex amministratore delegato Giovanni Perissinotto, che si è focalizzato su due punti: la concentrazione della compagnia sul core business e l’incremento della redditività.

Entrambi top manager di lungo corso, i due manager hanno due profili complementari. Donnet, 55 anni, vanta un’esperienza più che ventennale nel gruppo assicurativo Axa, e dal 2013 ha ricoperto diversi incarichi in Italia per conto di Generali. Minali, 50 anni, veronese, manager di fiducia di Greco, tanto che era già al suo fianco in Ras ed Eurizon, rappresenta l’uomo della finanza. Il nuovo assetto al vertice avrà riflessi anche sulla controllata Generali Italia. Per ora Donnet manterrà le deleghe ad interim. Probabilmente per i prossimi sei mesi, il tempo necessario per preparare la transizione. Che dovrebbe essere fatta, anche in questo caso, nel segno della continuità. Come anticipato ieri dal Sole24 Ore, potrebbe essere presa in considerazione la candidatura di Marco Sesana, oggi alla guida della struttura Insurance & Operations.

All’orizzonte della governance di Generali si profila, tra l’altro, anche la scadenza per la presentazione della lista per il rinnovo cda della compagnia che sarà sottoposta all’assemblea di fine aprile. Da statuto la lista va depositata entro 25 giorni prima della data di prima convocazione dell’assemblea che è il 26 aprile, quindi la lista dovrà essere presentata entro il primo aprile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA