Finanza & Mercati

JpMorgan inaugura bene la stagione delle trimestrali: utili per 6,2 mld…

  • Abbonati
  • Accedi
banche usa

JpMorgan inaugura bene la stagione delle trimestrali: utili per 6,2 mld di dollari

JpMorgan inaugura nel migliore dei modi la stagione delle trimestrali delle banche statunitensi e l'impatto si fa sentire nel pre mercato di Wall Street dove le azioni del gruppo guidato da Jamie Dimon guadagnano oltre il 2%.

L'istituto ha registrato utili netti per 6,2 miliardi di dollari nel II trimestre 2016, pari a 1,55 dollari per azione, su ricavi complessivi per 25,214 miliardi di dollari. Il risultato netto è stato leggermente (-1%) inferiore rispetto a quanto realizzato un anno fa, 6,29 miliardi di dollari ma migliore del consensus degli analisti che indicavano 1,43 dollari per azione.

Il ceo Dimon: «Significativo incremento del programma di buyback»

«JpMorgan ha continuato a performare bene in tutte le principali attività di business - ha commentato il ceo - Inoltre siamo lieti di aver aumentato il ritorno di capitale agli azionisti nel trimestre e di avere ricevuto il nulla osta da parte della Federal Reserve al nostro nuovo piano di distribuzione del capitale che include un significativo incremento del programma di buyback delle azioni». In premercato le azioni di JpMorgan salgono a Wall Street di oltre il 2% a 64,50 dollari.

Sotto il profilo dei requisiti patrimoniali, si legge nel comunicato dell'istituto americano, il tangible book value per azione di JpMorgan è cresciuto del 9% a 50,21 dollari mentre è di 179 miliardi di dollari, con un ratio dell'11,9%, il capitale common equity tier 1. Quanto alle divisioni principali, la parte consumer banking ha visto utili per 2,6 miliardi di dollari su ricavi per 11,4 miliardi di dollari (rispettivamente +4% e +5% rispetto a un anno fa), l'investment banking ha registrato utili in crescita del 6% a 2,49 miliardi su ricavi per 9,165 miliardi (+5%).

Domani i conti di Citi e Wells Fargo

La trimestrale di JpMorgan aumenta l'attesa per i numeri che saranno presentati dagli altri colossi del credito statunitense nei prossimi giorni. Il calendario prevede per domani le trimestrali di Citigroup e Wells Fargo mentre la prossima settimana toccherà a Bank of America (lunedì), Goldman Sachs (martedì 19 ) e Morgan Stanley (mercoledì 20).

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus)

© Riproduzione riservata