Finanza & Mercati

UniCredit cede un altro 20% di Fineco per 552 milioni, manterrà…

riassetti

UniCredit cede un altro 20% di Fineco per 552 milioni, manterrà il 35%

Andamento titoli
Vedi altro

Unicredit ha annunciato nella notte di aver completato con successo la procedura di accelerated bookbuilding per la cessione a investitori istituzionali di circa 121.4 milioni di azioni ordinarie detenute in FinecoBank - corrispondenti al 20% del capitale azionario - al prezzo di 4,55 per azione. Il corrispettivo complessivo è stato pari a circa 552 milioni. Il prezzo incorpora uno sconto del 5% rispetto all'ultimo prezzo di chiusura di FinecoBank preannuncio. L’operazione ha consentito un aumento pari a circa 12 punti base del CET1 ratio del Gruppo UniCredit. A seguito della chiusura dell'Offerta, UniCredit continuerà a controllare e consolidare la società con il 35 per cento.

La cessione del 20% di Finecobank «permetterà a UniCredit di supportare la crescita organica del gruppo, nel contesto della revisione strategica annunciata lo scorso 11 luglio. L'operazione comporterà, inoltre, un aumento del flottante di FinecoBank. Nelle scorse settimane alcune indiscrezioni di stampa prospettavano una cessione tout court da parte di Unicredit della sua quota in Finecobank ed erano circolati anche diversi nomi, fra cui Banca Generali. Alla fine, tuttavia, Unicredit ha deciso di seguire un'altra strada procedendo a un nuovo collocamento. Dal suo arrivo a inizio luglio, il nuovo amministratore delegato di Unicredit, Jean Pierre Mustier, ha già realizzato cessioni per quasi 1,1 miliardi grazie alla vendita di quote pari al 10% di Bank Pekao e Fineco; una cifra che ora potrebbe salire a 1,6 miliardi.
Restano, intanto sul tavolo, le ulteriori possibili cessioni della restante partecipazione del 40% in Pekao per la quale Unicredit starebbe trattando con la compagnia assicurativa polacca Pzu. Il mercato, inoltre, guarda anche a Pioneer per la quale è stata avviata una procedura di vendita a cui stanno partecipando diversi operatori del settore e che potrebbe fruttare circa 3 miliardi di euro, secondo stime di mercato.

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus)

© Riproduzione riservata