Finanza & Mercati

Ryanair taglia del 5% stima utile 2016-2017, pesa calo sterlina

Effetto Brexit

Ryanair taglia del 5% stima utile 2016-2017, pesa calo sterlina

Ryanair ha tagliato del 5% le sue previsioni di utile per l’anno contabile che si chiuderà a marzo 2017. A determinare la decisione, il deprezzamento della sterlina, avvenuto dopo l'esisto del referendum sulla Brexit, e anche le tariffe medie destinate a calare del 15% in inverno. «Avvertiamo - ha sottolineato il ceo Micheal O’Leary in una nota - che la revisione della guidance rimane strettamente dipendente dal fatto che non ci sia un ulteriore indebolimento delle tariffe nel secondo semestre o della sterlina».
La compagnia aerea per l'anno fiscale che si chiuderà a fine marzo 2017 prevede ora un utile netto compreso tra 1,30 e 1,35 miliardi di euro. La nuova guidance rappresenta comunque in incremento del 7% circa rispetto all'esercizio precedente.

«La causa principale di questa leggera revisione nella crescita - spiega la compagnia aerea - è il calo del 18% della sterlina post Brexit , che ridurrà l a media delle tariffe nel secondo semestre tra il 13.-15% rispetto alla precedente valutazione di 10-12%». I ricavi in sterline rappresentano circa il 26% del totale dei ricavi di Ryanair.

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus)

© Riproduzione riservata