Finanza & Mercati

Si avvicina maxi rimborso per gasdotto SouthStream, Saipem accelera

petroliferi

Si avvicina maxi rimborso per gasdotto SouthStream, Saipem accelera

  • – di Cheo Condina
Andamento titoli
Vedi altro

Si avvicina il rimborso a Saipem per la cancellazione del progetto Southstream (in cui all'azienda era stato affidato un ruolo rilevante da Gazprom) e il titolo ne beneficia in Borsa con un forte rialzo, comunque in scia a tutti i petroliferi che dall'inizio della seduta scommettono su un accordo in sede Opec sul taglio alla produzione di greggio.

Come noto, Saipem ha intentato un arbitrato contro Gazprom - in cui la
richiesta di risarcimento è stata recentemente abbassata da 760 a 679 milioni - con il prossimo appuntamento fissato presso la corte arbitrale di Parigi il 3 marzo 2017. Gazprom tuttavia ha effettuato una mossa che tradisce parecchi timori sull'esito della contesa: ha svalutato, a seguito di un impairment test, il contratto relativo al South Stream per circa 800 milioni, guarda caso una cifra simile a quella richiesta da Saipem. Secondo Banca Akros, la contesa si risolverà come spesso avviene in questi casi: con una transazione di cassa o con l'affidamento alla stessa Saipem, come compensazione, dei lavori relativi alla costruzione del Turkish Stream, di fatto l'alternativa di Putin al South Stream. «In ogni caso, la svalutazione effettuata da Gazprom è una buona notizia per Saipem», concludono gli esperti di Akros.

Del resto, il gruppo guidato da Stefano Cao in Borsa vale 0,4 euro, non lontano dagli 0,362 euro dell'aumento di capitale effettuato soltanto 13 mesi fa: nella società furono immessi mezzi freschi per 3,5 miliardi di euro destinati ad abbattere il debito e rilanciare il business ma così non è stato. Le basse quotazioni del greggio hanno prima costretto il gruppo a tagliare nuovamente i target e poi a inasprire le misure per il taglio dei costi.

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus)

© Riproduzione riservata