Finanza & Mercati

Ieo-Monzino, in assemblea l’offerta Rotelli-Rocca

In primo piano

Ieo-Monzino, in assemblea l’offerta Rotelli-Rocca

  • –Carlo Festa

Si terrà lunedì l’assemblea dei soci dello Ieo-Monzino, il gruppo ospedaliero milanese tra i cui azionisti c'è tutto il parterre del mondo finanziario italiano: da Mediobanca a UnipolSai fino a Generali, Intesa Sanpaolo, Unicredit, Italcementi, Edison, Rcs, Allianz, Pirelli, Bpm, Popolare di Sondrio e la Mediolanum di Ennio Doris oltre a diversi altri. Tutti riuniti anni fa da Enrico Cuccia.

Sul tavolo dell’assemblea ci sarà l’offerta da 250 milioni (200 milioni più la cassa) della famiglia Rotelli e di Gianfelice Rocca che puntano ad acquistare l’Istituto Europeo di Oncologia fondato da Umberto Veronesi e il centro cardiologico Monzino per unirli al gruppo ospedaliero San Donato e a Humanitas. Il piano, studiato da Intesa Sanpaolo e Rothschild, è importante: creare dei campioni internazionali, soprattutto nella ricerca, grazie alle grandi sinergie.

Negli scorsi giorni, dopo il passaggio nel Cda presieduto da Carlo Buora, sarebbero state inviate a tutti i soci la relazione tecnica degli advisor incaricati (cioè Leonardo & Co e Borghesi) e l’analisi dei comitati scientifici sull’offerta presentata da Rotelli e Rocca.

Secondo indiscrezioni la relazione di Leonardo-Borghesi arriverebbe alla conclusione che il prezzo per Ieo-Monzino non sarebbe congruo. Invece l’analisi dei comitati scientifici punterebbe l’indice sulla necessità, come in casi di rilievo negli Stati Uniti (Memorial e Majo Clinic), di mantenere l’ospedale no profit.

Ora resta da capire cosa succederà in assemblea, dove ci dovrebbe essere la conta dei soci disposti a vendere e dei contrari: ago della bilancia resta la decisione di un socio importante come Mediobanca, scettica fin dall’inizio, che metterebbe l’accento sull’indipendenza dello Ieo-Monzino, e che starebbe anche cercando di coinvolgere altre aziende disposte a entrare nella partita nel caso alcuni soci decidessero di cedere le proprie azioni.

Al contrario la proposta di Rotelli e Rocca vedrebbe favorevole Intesa Sanpaolo, advisor dei due imprenditori. Possibile, comunque, che date le conclusioni della relazione tecnica, Rocca e Rotelli possano decidere di ritoccare al rialzo il prezzo offerto per Ieo-Monzino.

© RIPRODUZIONE RISERVATA