Finanza & Mercati

Christian Dior e le mosse in Giappone

lusso

Christian Dior e le mosse in Giappone

Un fashion show sul roof garden del nuovo mall, Ginza Six, inaugurato a Tokyo. Così hanno debuttato le otto nuove collezioni firmate da Maria Grazia Chiuri per lanciare il più grande store di Christian Dior in Giappone. La maison francese, da 1,9 miliardi di fatturato nel 2016, ha scelto il distretto dello shopping del lusso, Ginza, per puntare sul secondo mercato per il lusso mondiale dopo gli Stati Uniti. Il Giappone, infatti, vale attorno ai 22 miliardi di euro (secondo i dati 2016 elaborati da Bain & Company). Quale la criticità? Il 30% del fatturato viene dal turismo, che non ha flussi stabili. La ciclicità di questo 30%, però, non preoccupa il ceo di Christian Dior Couture, Sidney Toledano, che ha dichiarato di puntare innazitutto sul mercato domestico. In ogni caso l’obiettivo di Ginza Six, nelle stime del governo giapponese, è quello di raddoppiare i visitatori entro il 2020 per arrivare a 40 milioni, in occasione delle Olimpiadi.

© Riproduzione riservata