Finanza & Mercati

Saipem recupera, Cao passa l'esame del mercato

energia

Saipem recupera, Cao passa l'esame del mercato

Andamento titoli
Vedi altro

Prende la via del rialzo Saipem in Borsa nonostante il trimestre inferiore alle attese e con il mercato che si concentra invece sulla conferma delle stime al 2017 e sul debito migliore delle previsioni. Il titolo Saipem che aveva aperto in netto calo dell'1% ha preso ora la via del rialzo e segna la performance migliore del listino, in un settore petrolifero in positivo (segui qui l'andamento dei settori a Piazza Affari).

Nei primi tre mesi dell'anno i ricavi si sono attestati a quota 2,26 miliardi (-20% sullo stesso periodo del 2016), un mol adjusted di 256 milioni (-18%), un risultato operativo di 112 milioni (-21%) e un utile netto sceso a 47 milioni (-22%) pagando oneri di ristrutturazione per 7 milioni. Il debito netto è pari a 1,605 miliardi, in aumento dagli 1,45 miliardi del 2016 mentre il portafoglio ordini residuo si attesta a 12,465 miliardi, a fronte di acquisizione di nuovi ordini per 509 milioni (la metà rispetto agli 1,025 miliardi registrati nel 2016). La società ha confermato la guidance 2017 che vede, tra l’altro, un mol di 1 miliardo e un utile netto superiore a 200 milioni.

Equita mette in evidenza che il primo trimestre è stato inferiore alle attese a causa dei minori volumi in termini di fatturato e di ebitda, ma con margini in linea (11,3%). Il debito netto è leggermente migliore delle attese (1,6 miliardi contro 1,69 attesi) e la guidance 2017 è stata confermata grazie alla copertura del backlog al 73%. «Tuttavia - sottolinea Equita - il vero nodo sono le aspettative 2018, dove stimiamo che la copertura del backlog sia rimasta attorno al 40% della nostra stima di ricavi 2018 (percentuale inferiore rispetto alla media degli ultimi anni, più vicina al 55%) e la visibilità sulla raccolta ordini, in particolare per il business offshore, resta bassa». Le prospettive del settore restano sfidanti e la visibilità sul 2018 bassa. Equita ha un giudizio hold con target price a 0,45.

Nel corso della conference call, l'ad di Saipem Stefano Cao - oltre ad annunciare di puntare su nuovi settori legati alle energie rinnovabili come l'eolico - ha ribadito che la concentrazione è sul miglioramento dei risultati ma rispetto a una possibile remunerazione dei soci non ha dato indicazioni. Quanto invece all’andamento del titolo, che resta sempre vicino ai livelli dell’ultimo aumento di capitale (effettuato a 0,36 euro per azione), il manager ha chiarito: «E’ sicuramente condizionato dall’evoluzione del mercato petrolifero: finchè non c’è visibilità sufficiente sui progetti dei nostri clienti, non ci sarà grande fiducia sui volumi di business dei prossimi anni».

Tornando ai conti, gli analisti di Icbpi, pur evidenziando che «gli andamenti della raccolta ordini e dei ricavi sono stati peggiori del previsto», ritengono «molto positivo» il miglioramento dell’ebit margin, tenuto conto della debolezza dei ricavi. «Nel complesso - scrivono in una nota - il nostro giudizio è neutrale, in quanto la debolezza della top line e le notizie positive sui margini tendono a compensarsi». Più secco il commento di Banca Akros (buy con target a 0,54): «I risultati sono stati considerevolmente più deboli del previsto, negativi e inferiori alle nostre stime e al consensus».

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus)

© Riproduzione riservata