Finanza & Mercati

Piazza Affari è la Borsa che ha corso di più dalla vittoria di Macron

il focus

Piazza Affari è la Borsa che ha corso di più dalla vittoria di Macron

Diversi gestori e analisti nel commentare il risultato delle elezioni presidenziali in Francia hanno avvertito: «Il rischio politico non è finito, ora è il turno dell'Italia» lasciando intendere che il nostro Paese, archiviata la pratica Francia, sarebbe tornato nel mirino della speculazione. Questo copione per il momento non si è materializzato. Rendimenti e spread dei nostri bond governativi sono scesi mentre la Borsa di Milano (oggi debole per l’effetto dello stacco cedola) dalla vigilia del primo turno delle elezioni francesi ha guadagnato il 9,25% facendo meglio delle altre piazze continentali (Parigi ha guadagnato il 5,18%, Francoforte il 4,71%, Madrid il 3,99%).

Questo primato ha varie ragioni. Una di queste è che la vittoria di Macron ha permesso agli investitori di archiviare il rischio di un'implosione della zona euro (LePen voleva l'uscita della Francia dalla moneta unica). Il fatto che questo scenario non si sia materializzato favorisce quesi Paesi che più avrebbero avuto da perdere in caso di Frexit: i Paesi periferici come l'Italia.

C'è poi una considerazione più tecnica da fare. Da diverse settimane i grandi investitori stanno mettendo in atto una rotazione di portafoglio che li ha spinti a vendere Wall Street (nell'ultima settimana i fondi equity Usa hanno subito riscatti per 8,9 miliardi di dollari) e a posizionarsi sull'azionario europeo. In questo contesto è logico aspettarsi che i grandi investitori vadano a comprare lì dove le quotazioni sono più a buon mercato. Piazza Affari, da questo punto di vista, è una destinazione ideale dato che in media i titoli del listino Ftse Mib capitalizzano 13,5 volte gli utili attesi contro una media di 15,5 volte dell'indice continentale S&P Europe 350. Ergo: sono a sconto e, in una fase rialzista, sono favoriti. Se poi i conti societari sono migliori del previsto come accaduto in questo primo trimestre dell’anno tanto meglio.

I PROFITTI DI PIAZZA AFFARI
Utili/perdite trimestrali aggregati dell'indice azionario Ftse Mib. Dati in milioni di euro (Fonte: elaborazione Il Sole 24 Ore su dati S&P Market Intelligence)

Quanto è sostenibile questo rally e quale rischio c'è che quella di queste settimane sia solo una speculazione mordi e fuggi? Chi volesse trovare una risposta a questa domanda non può non tenere conto di tre elementi di incognita che ancora pesano. Uno riguarda le banche. Nonostante le trimestrali positive i problemi del settore restano ancora tanti. Da come e quando saranno risolti dipenderà quanto l'economia (e quindi la Borsa) potrà risollevarsi. L'incognita numero due è quella politica visto che il Paese si prepara al voto con una formazione anti-establishment (il Movimento 5 stelle) forte nei sondaggi. L'ultimo fattore da tenere in considerazione infine è quello monetario: l'Italia ha tratto grandi benefici dalla politica espansiva della Bce, che succederà se la banca centrale deciderà di ridurre gli acquisti di titoli (Qe)?

© Riproduzione riservata