Finanza & Mercati

UniCredit perfeziona la cessione di Bank Pekao a Pzu-Pfr

Azioni

UniCredit perfeziona la cessione di Bank Pekao a Pzu-Pfr

UniCredit ha finalizzato la cessione al gruppo polacco Pzu e al fondo Pfr la partecipazione del 32,8% detenuta in Bank Pekao. L’operazione, annunciata l’8 dicembre 2016, si è perfezionata nei termini e al prezzo convenuti, per un corrispettivo 10,6 miliardi di zloty, pari a 123 zloty per azione, equivalente a circa 2,5 miliardi di euro. Già il 16 maggio scorso era stata preannunciata la data di oggi per il closing.

«Il perfezionamento della transazione - viene spiegato in un comunicato diffuso dalla banca italiana - porterà un beneficio sul capitale Cet1 Fully Loaded del Gruppo UniCredit pari a 70 punti base». UniCredit si è avvalsa di Morgan Stanley, UBS Investment Bank e UniCredit Corporate & Investment Banking quali consulenti finanziari della transazione mentre Weil, Gotshal & Manges hanno agito in qualità di consulenti legali.

Nei giorni scorsi UniCredit aveva sottoscritto un accordo con Bank Pekao per la cessione delle partecipazioni detenute in Pioneer Pekao Investment Management SA, Pekao Pioneer PTE SA e Dom Inwestycyjny Xelion. A seguito di questa operazione Bank Pekao S.A. detiene l'intero capitale delle predette società. Il prezzo concordato per la cessione è complessivamente pari a 142 milioni. Il perfezionamento della transazione è previsto per la seconda metà del 2017 a completamento del processo di dismissione delle attività in Polonia annunciato nell’ambito del piano Transform 2019. In occasione della presentazione dl piano, nel dicembre scorso, la banca aveva spiegato che «il gruppo ha deciso di trarre profitto dai multipli di valutazione interessanti e di uscire così dalla Polonia, in quanto le sinergie erano limitate dalla regolamentazione locale».

In una giornata caratterizzata da volatilità e dalla chiusura sotto la parità per Piazza Affari, il titolo UniCredit ha viaggiato in controtendenza, sul listino milanese, chiudendo con un progresso dello 0, 98 per cento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA