Finanza & Mercati

Bari e Pugliese, oggi il derby sul borsino

  • Abbonati
  • Accedi
In primo piano

Bari e Pugliese, oggi il derby sul borsino

Da oggi si possono vendere (o comprare) le azioni della Popolare di Bari da un prezzo minimo di 6,90 euro fino a un prezzo massimo di 8,10 euro, con 7,50 euro - cioè il valore mediano - indicato come prezzo di avvio delle negoziazioni, peraltro certificato da Deloitte.

In teoria, però: tutto dipenderà dall’offerta (probabile) e dalla domanda (tutta da vedere). Sta di fatto che da oggi si aprono gli scambi dei titoli della Banca Popolare di Bari sulla piattaforma Hi-mtf, incaricata di combinare in totale trasparenza offerte di vendita e acquisto, soddisfando le prime con le seconde. Sulla piattaforma digitale, dove da pochi giorni è sbarcata anche la Popolare di Cividale, oggi si giocherà un derby regionale: Bari troverà anche i “cugini” leccesi della
Popolare Pugliese, anche
loro al debutto, che invece hanno posizionato la loro forchetta tra 4,34 e 5,08 euro, conformemente alla banda
di oscillazione che deve
essere pari al +/-8% del
prezzo di avvio.

Stasera si potrà conoscere il responso della prima giornata di scambi. Visti i precedenti, in particolare quello della Cividale, non c’è da farsi grandi illusioni, infatti a fronte di ordini di vendita massicci si registrano ordini di acquisto assai marginali o pari a zero: in presenza di queste condizioni, non si chiude nessuna transazione. Nel caso delle due popolari pugliesi, è noto che da mesi ci sono centinaia di azionisti che avevano depositato in filiale la propria richiesta di cessione nei sistemi interni, congelati da tempo; entrambi gli istituti hanno consentito agli azionisti di confermare la propria richiesta di vendita in modo da non perdere il posto in graduatoria: tutti gli ordini dovrebbero essere riversati stamattina sulla piattaforma, dunque dovrebbe conoscersi quanto è lunga la lista di attesa e quante sono le azioni teoricamente pronte a finire sul mercato.

«La Banca ha già impiegato per intero il fondo acquisto azioni proprie e pertanto lo stesso non potrà essere impiegato per sostenere la liquidità delle azioni», ha comunicato qualche giorno fa Popolare di Bari, che nell’operazione è stata affiancata dallo studio Rcc. Con l’ammissione sull’Hi-mtf , il sistema di negoziazione interno delle azioni ordinarie non sarà più attivo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA