Finanza & Mercati

Scatta Unipol e scende UnipolSai, per analisti aumentano chance M&A

dopo l'annuncio del Riassetto

Scatta Unipol e scende UnipolSai, per analisti aumentano chance M&A

Andamento titoli
Vedi altro

BalzaUnipol e perde terrenoUnipolsai, dopo la riorganizzazione societaria che prevede il passaggio di Unisalute e Linear da Unipol a UnipolSai e la creazione di una bad bank da 3 miliardi di euro. Una riorganizzazione sia sul fronte assicurativo che su quello bancario che apre le porte a possibili future operazioni di M&A. Per gli analisti di Equita con il riassetto «chiaramente aumentano le chance che la good bank possa essere ceduta e che prima o poi Unipol si fonda con UnipolSai». Diminuzione del rischio e aumento delle probabilità sia di uscita dal settore bancario che di accorciamento della catena societaria «rafforzano la nostra view positiva su Unipol», sui cui ha un giudizio buy con target price a 5 euro. Su UnipolSai il giudizio è hold con target price a 2,25 euro.

Sul fronte della riorganizzazione del settore assicurativo, Unisalute e Linear sono state valutate complessivamente 875 mln di euro (715 mln Unisalute e 160 mln Linear) ossia circa 10,8 volte gli utili stimati per il 2017 (80 mln dai 73 mln del 2016). Equita aveva una valutazione di 9 volte, utilizzata nel Nav (865 mln contro 723 mln). Unipol ha anticipato che valuterà in futuro anche il passaggio del 64% detenuto in Arca Vita (che noi valutiamo 220 mln) a UnipolSai.

Contestualmente Unipol ha delineato il piano per la creazione di un veicolo societario controllato dagli attuali azionisti di Unipol Banca in cui far confluire un portafoglio Npl da circa 3 mld attualmente in Unipol Banca, in modo da facilitare il perseguimento di ogni opzione strategica. Il piano prevede di portare all'80% e al 40% la copertura rispettivamente su Npl e Utp (crediti unlikely to pay). Il progetto comporterebbe accantonamenti in capo a Unipol pari a circa 780 mln che, a livello di civilistico (che, sottolineano gli analisti di Equita, è importante in termini di dividendo) sarebbero compensati dalle plusvalenze sulla cessione di Unisalute e Linear. Il progetto avrebbe un impatto negativo sul Solvency II di Unipol di circa 10 punti (141 con standard formula o 161 economic capital a fine 2016). Gli esperti di Equita sottolineano che i coverage sugli Npe vengono portati ai migliori standard di mercato: «Nel Nav - scrivono in una nota - noi avevano il 65% per Npl, quindi c`è un impatto negativo sul Nav stesso». Lo sconto sul Nav attuale scende dal 30% a 24% in quanto la migliore valutazione di Linear e Unisalute è più che compensata dai maggiori accantonamenti su crediti, però il Nav, scrive Equita, diventa molto più conservativo.

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus)

© Riproduzione riservata