Finanza & Mercati

Tim, accordo a maggioranza nel Cda per buonuscita da 25 milioni a Cattaneo

il caso

Tim, accordo a maggioranza nel Cda per buonuscita da 25 milioni a Cattaneo

  • – di Redazione Online
Foto Reuters
Foto Reuters

La 'buonuscita' di Flavio Cattaneo è di 25 milioni di euro. Lo ha deliberato il cda di Tim “a maggioranza” si legge in una nota, con il parere “non favorevole” dei sindaci. La decisione è giunta al termine di un consiglio di amministrazione che è durato poco più di due ore. Giovedì prossimo il Cda deciderà sulla nuova governance di Telecom. “Il Consiglio di Amministrazione - secondo quanto si legge in una nota - ha dato avvio al piano di successione dell'amministratore delegato che, con il presidio del Comitato Nomine e Remunerazione, sarà oggetto di ulteriori determinazioni nella riunione già convocata per il 27 luglio”. Alla riunione del consiglio l’amministratore delegato di Tim Flavio Cattaneo non ha preso parte. Lo riferiscono fonti vicine al dossier relativo alla risoluzione del rapporto tra il manager e Telecom.

“Cattaneo non sarà più amministratore delegato di Tim dal 28 luglio mentre lascia l'incarico di direttore generale dal 31 luglio”, precisa la nota al termine della riunione del consiglio di amministrazione. Come “compensi dovuti sulla base del suo contratto con la Società, considerati in particolare il cosiddetto Special Award e l'Mbo, in relazione all'attività già resa come Amministratore e al valore che risulta creato sulla base dei dati oggi disponibili” Cattaneo riceverà 22,9 milioni di euro lordi. L'accordo, inoltre, prevede 2,1 milioni di euro “a titolo di corrispettivo di un patto di non concorrenza, di non sollecitazione e non storno della durata di un anno nei confronti dei principali concorrenti di Tim in Italia e in Brasile, soggetto a claw-back in caso di violazione di tali obblighi (nonché il trasferimento di alcuni strumenti aziendali)”. Cattaneo infine detiene oggi 1.500.000 azioni ordinarie Tim.

Il titolo Tim ha chiuso in Borsa con in rialzo del 3,82% a 0,8435 euro. Nel giorno della riunione del Comitato nomine e remunerazione, con all'esame l'accordo per la risoluzione del rapporto con l'ad Flavio Cattaneo, il titolo è stato tra i protagonisti della seduta, durante la quale aveva toccato il +4%. Il mercato scommette su un riassetto al vertice rapido, in attesa di capire quale sarà la nuova governance e le ripercussioni che avrà su obiettivi e
strategie del gruppo delle tlc.

© Riproduzione riservata