Finanza & Mercati

Anima Holding debole, attesa per esito operazione su Aletti

risparmio gestito

Anima Holding debole, attesa per esito operazione su Aletti

Andamento titoli
Vedi altro

Anima Holding colpita dalle vendite a Piazza Affari, quando si rincorrono nuove indiscrezioni stampa sul futuro di Aletti Gestielle. Le indiscrezioni questa mattina riportavano che Azimut si è fatta avanti di nuovo su Aletti Gestielle controllata dal Banco Bpm che sta negoziando con Anima-Poste la nascita del terzo polo del risparmio gestito aperto a Cdp. Oltre a queste due proposte, scrive il quotidiano, Giuseppe Castagna - amministratore delegato del Banco Bpm - avrebbe ricevuto un'offerta anche da un fondo estero. In una nota, Azimut conferma di «aver guardato il dossier di Aletti Gestielle Sgr, come sempre di fronte a un'opportunità», come anticipato dal quotidiano romano, precisando però che «alle condizioni attuali non è di interesse della società».

Gli analisti di una nota sim milanese, nel commentare la vicenda e le indiscrezioni, continuano a ritenere che «l'ipotesi più plausibile» resti la cessione di Aletti Gestielle ad Anima per la creazione con Bancoposta Fondi di Poste Italianedel terzo polo italiano del risparmio gestito. Tuttavia, indicano anche che si potrebbe paventare la possibilità di un «processo di bid competitivo», alla luce di un interesse anche dall'estero per Aletti Gestielle - stando alle indiscrezioni stampa - e per questo per Anima «una debolezza di breve non si può escludere» anche se in un orizzonte più ampio l'operazione viene considerata positiva e creatrice di valore.

Per Equita Sim «Anima resta in pole position» per l'acquisizione della società dell'ex Banca popolare di Milano, tuttavia, ipotizzano che ci sia una differenza di valutazione sull'asset. Per gli analisti, l'amministratore delegato del Banco Bpm, Giuseppe Castagna, già alla guida di Bpm, «valuterebbe Aletti oltre 700 milioni di euro» mentre l'offerta di Anima «sarebbe più bassa», - altri analisti parlano di poco sopra 600 milioni - per questo non escludono che vista la strategicità di Aletti per Anima si possa arrivare a un aumento dell'offerta di quest'ultima, per arrivare a un prezzo più vicino alla valutazione di Banco Bpm. Non resta che aspettare il 4 agosto prossimo, quando l'ex Popolare di Milano dovrebbe annunciare la sua decisione sull'operazione.

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus)

© Riproduzione riservata