Finanza & Mercati

Prelios, i grandi soci bocciano la contro Opa della cinese Cefc. Avanti…

la vendita della società

Prelios, i grandi soci bocciano la contro Opa della cinese Cefc. Avanti con Burlington. Giù il titolo in Borsa

  • – di Redazione online
(Imagoeconomica)
(Imagoeconomica)

I grandi soci di Prelios (Pirelli, Intesa Sanpaolo, Unicredit e Fenice «non daranno seguito» all’offerta della cinese Cefc sul 44,86% della società «anche in considerazione del fatto che la stessa non è accompagnata da documentazione bancaria attestante la disponibilità delle risorse finanziarie per il pagamento del prezzo offerto». Lo si legge in una nota congiunta dei venditori che, in questo modo, avallano l’offerta iniziale di Burlington a 0,105 euro per azione. I cinesi avevano messo sul piatto 0,116 euro.

Il 26 luglio scorso era stata resa nota la sottoscrizione di un contratto tra Burlington Loan Management Dac, da una parte, e Pirelli, Intesa Sanpaolo, UniCredit e Fenice dall'altra, avente ad oggetto la compravendita, da parte di una costituenda società di diritto italiano interamente controllata, direttamente o indirettamente, da Burlington delle 611.910.548 azioni Prelios detenute dai venditori, a un prezzo per azione pari 0,105 euro.

L'offerta di Burlington Loan Management, oggetto di un accordo con i venditori del 44,86% della ex-Pirelli Re, è subordinata ad una serie di condizioni e prevede il successivo lancio di un'Opa. La più generosa controfferta cinese è giunta due giorni dopo, a seguito di una sospensione del titolo in Borsa. Secondo i soci, oltre all’assenza di una documentazione bancaria adeguata, l'offerta di Cefc «prevede condizioni sospensive ulteriori rispetto a quelle previste dal Contratto Burlington» oltre ad una sorta di blindatura. Sono previsti infatti «termini tali da non comportare l'attivazione della procedura che, in assenza di un incremento del prezzo di acquisto da parte dell’Acquirente, attribuisce ai venditori il diritto di recedere dal medesimo contratto pagando gli importi ivi previsti».

Il mercato non apprezza gli sviluppi della vicenda, con Prelioso (qui l’andamento del titolo in tempo reale) che in Borsa è arrivato a perdere più del 4 per cento.

© Riproduzione riservata