Motori24

Dossier Asse «elettrico» tra Renault-Nissan e Dongfeng

    Dossier | N. 10 articoliTra elettrificazione e guida autonoma, come cambia l'automobile

    Asse «elettrico» tra Renault-Nissan e Dongfeng

    L’Alleanza Renault Nissan rilancia su un mercato grande e promettente, quello dell'auto elettrica in Cina.

    Il gruppo franco nipponico (che tra i marchi vanta anche Dacia e Samsung Motors) ha infatti siglato una partnership con Dongfeng con l’obiettivo di sviluppare congiuntamente e vendere automobili elettriche in Cina. A tal fine è stata creata una joint-venture denominata «eGT New Energy Automotive» dove Renault e Nissan detengono il 25% delle quote ciascuna e Dongfeng, secondo costruttore automobilistico del paese dopo Saic, il restante 50 per cento.

    L’obiettivo è miscelare il know-how dell'Alleanza in termini di tecnologie per i veicoli elettrici - la Nissan Leaf è l'elettrica più venduta al mondo e il 6 settembre debutterà la seconda generazione, mentre Renault che vanta una gamma elettrica articolata sta anche studiando la ricarica in autostrada - e di progettazione automobilistica, con le capacità industriali e produttive di Dongfeng. Il gruppo cinese beneficia di elevate economie di scala e dunque di costi costi di produzione competitivi. La sede legale della neonata eGT si stabilirà a Shiyan, città della provincia dello Hubei, nel cuore della Cina.

    Il primo veicolo prodotto congiuntamente e destinato al solo mercato cinese sarà un suv compatto elettrico e dotato di innovativi sistemi di connettività. Il nuovo sport utility «alla spina» sarà sviluppato sulla piattaforma suv del segmento A di Renault-Nissan. I veicoli elettrici della joint-venture saranno prodotti nello stabilimento Dongfeng di Shiyan, che vanta una capacità produttiva di 120mila unità all'anno. L'avvio della produzione è previsto nel corso del 2019.

    La partnership con Dongfeng è intgralmente rivolta al mercato cinese. Infatti il numero uno del gruppo Renault-Nissan ha dichiarato che: «Il patto con Dongfeng dimostra la nostra volontà comune di sviluppare veicoli elettrici competitivi per il mercato cinese e siamo fiduciosi nella nostra capacità di rispondere alle esigenze dei clienti cinesi e di consolidare la nostra leadership mondiale nel settore della auto elettriche».

    Le prospettive di business sono interessanti: la Cina è il più grande mercato mondiale dell’auto anche per quanto riguarda le elettriche. Secondo dati dell'associazione nazionale dei costruttori di automobili nel 2016, circa 257mila vetture elettrificate state vendute in Cina, con una crescita del 121% rispetto all'anno precedente.

    Nei primi sette mesi dell'anno in corso, la produzione di veicoli elettrici ha raggiunto quota 223mila unità e le vendite 204mila unità, con un aumento, rispettivamente, del 37,8% e del 33,6%. Va sottolineato che in Cina si vendono oltre 20 milioni di auto all’anno (circa 24 milioni nel 2016). Dongfeng detiene un market share di oltre l’11% per cento sul totale dell’immatricolato cinese.