Finanza & Mercati

Per Illycaffè è cominciato il cammino verso la Borsa

LA RIORGANIZZAZIONE

Per Illycaffè è cominciato il cammino verso la Borsa

Per Illycaffè Spa il cammino verso la Borsa è cominciato. «La quotazione non è esclusa per il futuro – ha detto il presidente Andrea Illy – L’importante è il percorso verso il listino, il darsi già da ora un’organizzazione adeguata».In passato la società triestina aveva respinto come «molto remota» l’ipotesi di un collocamento azionario, che era circolata sulla stampa.

Illycaffè sta affrontando un’importante riorganizzazione, che ha portato tra l’altro all’ingresso – per la prima volta dalla fondazione, nel 1933 – di un amministratore delegato estraneo alla famiglia, Massimiliano Pogliani, nominato a maggio 2016.

Andrea Illy ha fatto il punto sul settore del caffè e sull’impresa che presiede a Lugano, a margine di un incontro promosso dalla Corsi (Radiotelevisione pubblica della Svizzera italiana) e dall’Aiti (Associazione industrie ticinesi).

Illycaffè, ha sottolineato, sta affrontando positivamente tre fattori di tutto rilievo per un’azienda famigliare: il ricambio generazionale, l’inserimento di manager esterni alla famiglia, un’organizzazione da società quotata, anche se sull’approdo al listino non c’è ancora una decisione definitiva.

Forte di un fatturato record di 460 milioni di euro nel 2016, illycaffè non cambia strategia. «Non guardiamo ad acquisizioni, puntiamo sulla crescita organica – ha detto Illy –. Non temiamo il confronto con le grandi multinazionali del settore, il punto vero è la qualità lungo tutta la filiera».

A proposito del mercato del caffè, Andrea Illy invita a non lasciarsi distrarre dalle oscillazioni di prezzo: «I dati di lungo periodo mostrano rincari nel complesso moderati. La volatilità emerge di volta in volta solo nel breve periodo e a provocarla sempre più spesso non sono tanto fattori interni al settore, quanto fattori esterni, soprattutto il prezzo del petrolio, che è elemento di riferimento per tutte le materie prime».

Per Illy la produzione di caffè tiene in sostanza il passo con i consumi , che confermano un trend di crescita, anche se possono esserci sfasature temporanee. La volatilità dei prezzi dipende anche dal clima: siccità o piogge eccessive possono influenzare la produzione.

© Riproduzione riservata