Finanza & Mercati

Con Plick il vecchio assegno va in soffitta

Rivoluzione Fintech

Con Plick il vecchio assegno va in soffitta

(Marka)
(Marka)


Con l’arrivo della piattaforma Plick il vecchio assegno va in soffitta e anche il settore dei servizi di pagamento più tradizionali entra nel vivo della rivoluzione Fintech. Fino ad oggi alcuni strumenti di pagamento sembravano immuni all'innovazione digitale come l'assegno, che, pur in lento declino, registra ancora una diffusione rilevante (186 milioni gli assegni bancari emessi nel 2016 nel nostro paese, oltre 2 miliardi in Europa). La piattaforma è stata sviluppata da PayDo Srl, start up fondata da Donato Vadruccio e da Massimo Grizzi, amministratore unico di PayDo. La società si è avvalsa delle consulenza di PWC.

L'innovazione Plick . Si tratta di un servizio nato per rivoluzionare la customer experience dell'assegno, digitalizzandone la componente cartacea e superandone i limiti strutturali, pur mantenendone i vantaggi, come il suo essere adatto ai pagamenti per importi elevati, l'universalità e l'immediatezza nell'utilizzo. Chiunque possieda un conto corrente in tutta Europa, area SEPA (Single Euro Payments Area), può ricevere un pagamento Plick, senza che sia registrato al servizio, senza che debba disporre di hardware o software specifici e senza che la sua banca sia necessariamente aderente.

Il funzionamento. È semplice e intuitivo:  Il pagatore può effettuare un pagamento irrevocabile tramite Plick a chiunque, peer o merchant,
con il solo numero di cellulare o email; il beneficiario riceve il Plick e procede all'incasso inserendo il proprio Iban;  la banca del pagatore accredita i fondi con un SCT (Sepa Credit Transfer) al beneficiario; Plick notifica l'esito al pagatore e al beneficiario.Una delle grandi innovazioni di Plick rispetto all'assegno tradizionale è la possibilità di impostare, al momento del pagamento, una data di incasso futura, inviando da subito al beneficiario la conferma irrevocabile, con esito immediato alla scadenza, anche se festivo. I pagatori accederanno ai servizi Plick attraverso le piattaforme internet banking o mobile banking delle banche che aderiranno al servizio e che potranno integrare i servizi all'interno della loro offerta e dei propri sistemi di autenticazione e sicurezza attraverso API (acronimo) che consentono un'integrazione semplice e ampia personalizzazione. Nel design del servizio e della piattaforma Plick sono stati adottati i massimi presidi di sicurezza tecnologica, nei requisiti architetturali e della piattaforma, e di autenticazione, mediante OTP e PIN per pagatore e beneficiario.

Vantaggi. Plick può essere utilizzato in una grande varietà di occasioni, sia a supporto dei pagamenti retail sia business, come le transazioni tra privati, il pagamento di un fornitore - anche a data futura con la possibilità di gestire i termini del credito commerciale, l'acquisto di un bene presso un negozio - anche per importi più elevati – oppure per altre transazioni legate ai servizi dematerializzati, come il rimborso di fondi in assenza di IBAN noto all'ordinante. In tutti i casi d'uso il pagatore potrà sempre concordare la data di incasso con il beneficiario, creando una nuova esperienza nella gestione del pagamento. Per il pagatore Plick significa avere sempre a disposizione una modalità di pagamento utilizzabile con qualsiasi beneficiario in modo semplice e immediato. Inoltre offre la possibilità di garantire immediatamente un pagamento futuro concordando con il beneficiario una dilazione di pagamento. Per il beneficiario, Plick offre immediatamente la conferma di un pagamento irrevocabile, con esito immediato alla scadenza, anche se festivo. Anche per le banche i vantaggi sono di rilievo. Oggi infatti ogni assegno cartaceo può costare fino a 5 euro di costi di gestione e impegna gli utenti e le banche in un processo di incasso complesso, oneroso e a rischio frodi, che richiede più giorni per la conferma dell'esito e per l'incasso. Plick azzera tutto questo.

© Riproduzione riservata