Finanza & Mercati

Ubi, emissione da 750 milioni: rendimento sotto il BTp

Azioni

Ubi, emissione da 750 milioni: rendimento sotto il BTp

  • –Mara Monti

Non solo corporate bond nella corsa al mercato obbligazionario. Le banche sono tornate attive sul fronte delle emissioni, sostenute dal clima meno teso sul sistema italiano, come dimostra il trading sui bond senior degli istituti di credito, quasi tutti su livelli di rendimento sotto i BTp. Come nel caso del bond senior emesso da Ubi per 750 milioni, scadenza 5 anni, che è riuscito ad attirare richieste per 1,3 miliardi di euro. Il titolo che ad avvio di collocamento era stato offerto con uno spread di 72 punti base sul tasso midswap, ha chiuso il deal a 62 punti base, pari a 10 centesimi sotto il BTp di identica scadenza. Per Ubi questo è il primo bond senior emesso dal 2014 mentre le ultime emissioni hanno riguardato titoli covered e Tier 2. Particolarmente presenti gli investitori francesi, asset management, assicurazioni e pension fund a cui è andato il 50% del bond collocato mentre il 25% è stato sottoscritto dagli italiani. Con questa emissione, Ubi Banca ha completato il budget di raccolta istituzionale previsto per il 2017, sfruttando il momento favorevole del mercato che ha consentito alla banca di minimizzare i costi di raccolta. «Il bond appena collocato ha fornito ulteriore conferma dell'interesse da parte degli investitori istituzionali internazionali per gli strumenti di debito emessi da UBI Banca - ha commentato Giorgio Erasmi, responsabile funding e tesoreria di Ubi -. Lo spread pagato da UBI Banca oggi, pari a 62 bps, è allineato a quello rilevato sul mercato secondario per il BTp di pari scadenza (ovvero settembre 2022)». Gli investitori esteri erano stati massicciamente presenti nella recente emissione del covered bond a 10 anni (avvenuta circa due settimane fa per un importo di 1,25 miliardi) la quale è stata collocata in maniera significativa presso investitori istituzionali tedeschi. Il deal è stato seguito da Commerzbank, Deutsche Bank, JP Morgan, Nomura, Societe Generale e Unicredit.

Debutto anche per Banca Sistema che ha collocato un bond per 175 milioni di euro, senior unsecured, durata 3 anni. L'obbligazione paga una cedola annuale fissa pari al 1,75% e la domanda elevata ha permesso di aumentare il volume da 150 a 175 milioni di euro. L'obbligazione, priva di rating, sarà quotata alla Borsa irlandese e al ExtraMot Pro di Borsa Italia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA