Finanza & Mercati

Carige, sede Milano verso la vendita. Due in corsa

IL PIANO DI DISMISSIONI

Carige, sede Milano verso la vendita. Due in corsa

L'immobile Carige di Corso Vittorio Emanuele a Milano, il pezzo forte delle cessioni di Carige, sembra a un passo dalla vendita. A contenderselo secondo quanto risulta al Sole 24 Ore sarebbero due gruppi: da una parte il gruppo Colella di Napoli, imprenditore privato che starebbe già parlando con le banche per il finanziamento, e dall'altra Antirion, la Sgr dove il principale sottoscrittore dei fondi è l'Enpam. Nunzio Colella è il fondatore del gruppo Capri, tra le prime aziende italiane nel settore dell'abbigliamento fast fashion con i marchi Alcott e Gutteridge. Sarebbe favorito per l’acquisizione secondo i rumors.

L'immobile potrebbe passare di mano a un prezzo di 110 milioni di euro, quindi una cifra alta che progressivamente ha fatto uscire di scena gli altri principali player che hanno esaminato il dossier: da Bnp Paribas a Triuva fino a retailer come Inditex e Maramotti. Corso Vittorio Emanuele a Milano di Carige è l'asset più prestigioso fra gli immobili che l'Ad Paolo Fiorentino intende cedere entro la fine dell'anno. Le offerte sono arrivate all'advisor Jones Lang LaSalle.
Gli altri immobili in corso di cessione sono la sede romana di Carige, in via Bissolati, per la quale l'attesa è superiore ai 20 milioni (in corsa sarebbe Blackstone), e quella londinese di Kensington, valutata oltre 2 milioni. Il portafoglio di immobili già sul mercato comprende anche tre cespiti a Milano e due a Genova. Dalla cessione degli asset, anche quelli non immobiliari, la banca attende un impatto positivo sul patrimonio di circa 200 milioni.

© Riproduzione riservata