Finanza & Mercati

Mediaset ritraccia dopo il rally, avvocati al lavoro sull'accordo

media

Mediaset ritraccia dopo il rally, avvocati al lavoro sull'accordo

Andamento titoli
Vedi altro

Ritraccia Mediaset cede lo 0,3% dopo la fiammata della vigilia che sul finale di seduta ha portato il titolo a guadagnare fino al 5%. Secondo le anticipazioni di Bloomberg di ieri, Vivendi sarebbe pronta a offrire a Mediaset 1 miliardo in cash e azioni per compensare la mancata chiusura del contratto per l'acquisto di Premium nel luglio 2017. Inoltre, Bloomberg riporta che Premium potrebbe essere conferita nella jv Tim-Canal Plus, focalizzata sull`acquisto e produzione di contenuti pay-tv (inclusi i diritti del calcio) da vendere via Internet. Non ci sarebbe ancora nessuna proposta formale, come confermato da Mediaset. Molto importante sarà capire quanto sarà la parte cash (250 mln secondo Repubblica) e se la parte in azioni citata da Bloomberg sia in azioni Vivendi (un elemento «positivo» secondo gli analisti di Equita, perché si tornerebbe al deal del 2016) o sia la quota nella jv Tim Canal Plus-Premium, «una start-up il cui valore è di difficile definizione», scrive Equita. Secondo il Sole 24 Ore, Mediaset potrebbe inoltre essere compensata con contratti di fornitura di contenuti alla jv Tim-Canal Plus-Premium, fra l`altro già previsti nell`accordo del 2016. Vivendi dovrà poi cedere il 19% di Mediaset come richiesto da Agcom e soprattutto perchè il rapporto con Finivest è comunque deteriorato. «Se confermata - secondo Equita - la volontà di transazione di Vivendi, sarebbe positiva perché dovrebbe essere riconosciuto a Mediaset almeno il valore della transazione di aprile 2016 più parte dei danni richiesti (760 mln o 0,6 euro per azione nella nostra valutazione della somma delle parti). Inoltre, il deconsolidamento di Premium eliminerebbe il rischio delle perdite della pay-tv (storicamente sempre più elevate delle attese) e farebbe emergere i risultati della Fta (free to air, ovvero distribuzione televisiva in libera visione), Radio e digital (mai comunicati dalla società), che stimiamo pari a circa 100 mln di Ebit nel 2017 e 150 mln nel 2018 (il piano 2017-20 prevede tagli costi da 190 mln nella Fta)».

Gli analisti di Mediobanca Securities ribadiscono che un accordo con Vivendi sarebbe «l'esito migliore». Anche gli esperti di Equita mettono in evidenza che i termini di questo eventuale accordo non sono affatto chiari. «Troppo rumore, dal nostro punto di vista», scrivono. La volatilità, inoltre, rimane piuttosto elevata, con volumi insolitamente alti. Per Mediobanca, Mediaset sta trattando in linea con i competitor, tratterebbe a sconto includendo il 100% della pay-tv e lo sconto balzerebbe al 40% includendo la valutazione completa di Premium più 300 milioni di cash dal contenzioso. Le preoccupazioni restano sulle stime di ebit per il 2019 per il business italiano, al di sotto del 20% del consesus e una visibilità limitata sull'andamento del mercato pubblicitario.

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus)

© Riproduzione riservata