Finanza & Mercati

Effetto Pir sul mattone, il Ftse Italia Real Estate sale del 2%

borsa

Effetto Pir sul mattone, il Ftse Italia Real Estate sale del 2%

Andamento titoli
Vedi altro

Effetto Pir sui titoli del settore immobiliare. L'indice Ftse Italia Real Estate ha vissuto una giornata da protagonista chiudendo in rialzo dell'1,98% grazie alle indiscrezioni secondo le quali l'attuale normativa sui Piani individuali di risparmio possa applicarsi anche ai titoli di questo settore. Secondo quanto riportato da Il Sole 24 Ore nel week end, una delle ultime bozze del Ddl di bilancio a cui stanno lavorando i tecnici in vista dell'invio al Senato per la discussione e l'approvazione conterrebbe un potenziamento dei Pir, introdotti un anno fa per agevolare gli investimenti dei risparmiatori verso le pmi, con l'inclusione anche delle società dell'immobiliare, finora escluso dalla normativa relativa a questi strumenti (almeno per quanto riguarda il 70% dell'investimento).

La modifica è da tempo chiesta dalle società del settore all'interno degli strumenti di agevolazione e attrazione degli investimenti sul comparto. In Borsa hanno così guadagnato terreno tutte le società del Real Estate come Beni Stabili (+2,16%), Igd (+1,7%), Aedes, (+4,63%), Gabetti (+1,1%), Risanamento (+2,56%) e Coima Res(+2,1%). Quest'ultima peraltro ha comunicato di aver ricevuto con otto mesi di anticipo rispetto alle previsioni un rimborso Iva di 38,7 milioni di euro da parte dell'Agenzia dell'Entrate relativo all'operazione di acquisizione del Vodafone Village risalente a giugno 2016.

L’IMMOBILIARE IN BORSA

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus)

© Riproduzione riservata