Finanza & Mercati

BoJ: avanti tutta con la politica monetaria ultra-espansiva

Banca del Giappone

BoJ: avanti tutta con la politica monetaria ultra-espansiva

Ap
Ap

TOKYO – Avanti tutta con la politica monetaria ultraespansiva corrente e nessuna indicazione su un futuro avvio di irrigidimento: la Banca del Giappone si è limitata oggi a confermare la sua strategia attuale, lasciando intendere che continuerà ancora a lungo su una direttrice molto accomodante, anche se altre banche centrali tireranno il freno. La motivazione sta nei livelli di inflazione ancora troppo bassi. La BoJ ha anzi rivisto al ribasso le sue stime sulla crescita dei prezzi al consumo “core” nell'anno fiscale 2017/2018 a un modesto +0,8% rispetto alla precedente previsione di +1,1%. Tuttavia è stato confermato il pronostico di una accelerazione dell'inflazione a +1,8% nell'annata successiva.

«In questo giorno di Halloween, la Banca del Giappone non ha fatto scherzi né effettuato minacce: è rimasta sulla sua strada», ha osservato una nota degli economisti di Mizuho. Del resto, la BoJ può agire con una certa flessibilità da quando ha introdotto il parametro di riferimento del “controllo della curva dei rendimenti” con un target sui tassi dei decennali intorno a zero: può permettersi una certa flessibilità degli acquisti di bond statali, anche riducendoli (come successo spesso di recente) senza per questo suscitare timori di un avvio di tapering.

© Riproduzione riservata