Finanza & Mercati

Mediaset torna all'utile nei 9 mesi (35,9 mln), punta a…

media

Mediaset torna all'utile nei 9 mesi (35,9 mln), punta a un 2017 positivo

Utili per 35,9 milioni di euro su ricavi netti di 2,532 miliardi di euro per Mediaset nei primi nove mesi del 2017. Il gruppo televisivo ha registrato ricavi in calo dell'1,2% rispetto un anno fa quando i conti dei nove mesi si erano chiusi invece con una perdita netta di 118 milioni di euro. I ricavi delle attività italiane sono calati nel periodo da 1,853 miliardi a 1,832 miliardi. Grazie a una riduzione di 200 milioni di costi operativi (-7,7% da 2,53 miliardi a 2,33 miliardi), il margine operativo lordo è migliorato del 7% circa a 957,9 milioni. L'utile operativo sale a 194,7 milioni da 29,5 milioni.
A commento dei numeri trimestrali, Mediaset sottolinea che sia l’aumento della quota di mercato pubblicitario sia il calo dei costi operativi «anticipano le previsioni del piano Mediaset 2020 presentato al mercato nel gennaio 2017».
Quanto alle prospettive dei prossimi mesi, Mediaset prevede che l'andamento della raccolta pubblicitaria nell'ultima parte dell'esercizio «dovrebbe consentire di mantenere su base annua un andamento positivo rispetto all’esercizio precedente e di guadagnare quote di mercato pubblicitario sia nel comparto totale sia in quello televisivo». In questo scenario Mediaset conferma «l’obiettivo di conseguire al termine dell’esercizio un risultato operativo e un risultato
netto consolidato positivi».

Giordani, nè accordi e nè proposte da Vivendi
In merito allo stato delle trattative con Vivendi per risolvere la disputa sul contratto di Premium il cfo Marco Giordani in conferenze call con gli analisti ha precisato: «Confermo che non abbiamo ricevuto alcuna proposta da Vivendi». E ha aggiunto: «Nessun contratto, nessuna proposta», ha aggiunto Giordani precisando di aver letto sulla stampa dei rumors sulle trattative ma di non sapere da dove tali indiscrezioni arrivino.

Cardani stima +0,5% pubblicità in 2017, ottobre mese difficile
«Ottobre è stato un mese duro, mentre su novembre e dicembre c'è un'evidenza positiva». Così Matteo Cardani, general manager marketing di Publitalia, ha descritto l'andamento della raccolta pubblicitaria complessiva del gruppo per quanto riguarda gli ultimi mesi del 2017. L'andamento difficile di ottobre è stato originato secondo il manager da uno spostamento degli investimenti pubblicitari agli ultimi due mesi dell'anno e quindi verso la stagione natalizia. Alla luce del +0,8% riportato nei ricavi pubblicitari Italia dei primi nove mesi e dell'andamento di ottobre, Mediaset prevede ora che il 2017 si chiuda con un +0,5% della raccolta pubblicitaria Italia includendo anche la performance della radio. Cardani ha precisato che comunque tale andamento consentirà al gruppo di consolidare la quota di mercato del 48,5% sulla raccolta pubblicitaria nel mercato domestico.

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus)

© Riproduzione riservata