Finanza & Mercati

Vodafone rivede al rialzo i target dopo i conti del semestre

tlc

Vodafone rivede al rialzo i target dopo i conti del semestre

Il gruppo Vodafone ha chiuso i primi 6 mesi dell’esercizio con un Ebitda in crescita del 13% a 7,4 miliardi di euro e un utile operativo in rialzo del 32,5% a 2 miliardi. I ricavi totali, spiega una nota, sono scesi del 4,1% a 23,1 miliardi per il deconsolidamento di Vodafone Netherlands e movimenti di valute. I ricavi da servizi sono cresciuti dell'1,7%. Il free cash flow è migliorato a 1,3 miliardi e Vodafone distribuisce un dividendo di 4,84 centesimi (+2,1%). Il semestre si è chiuso con un utile di 1,1 miliardi di euro contro una perdita monstre di 5,1 miliardi un anno prima in ragione della pesante svalutazione in India.

«Siamo stati in grado di realizzare una forte performance finanziaria - commenta il ceo Vittorio Colao - e alziamo i nostri obiettivi per l'anno». La guidance per la crescita dell’Ebitda viene alzata dal 4-8% al 10%. «Abbiamo proseguito con buon slancio sul piano commerciale - ha spiegato Colao - le vendite sono cresciute a dati comparabili sulla maggio parte dei nostri mercati grazie a dati mobili e un successo che prosegue con internet in Europa».

Il gruppo attribuisce il miglioramento delle previsioni a una dinamica migliore delle attese dei ricavi in Europa e allo slittamento del lancio di Iliad in Italia. A proposito dell’Italia, il gruppo ha chiuso il semestre al 30 settembre 2017 con ricavi, margini e clienti in banda larga, mobile e fissa, in crescita.

I ricavi da servizi hanno raggiunto 2.673 milioni di euro (+2,3%) grazie in particolare ad un incremento dell'ARPU mobile e fisso, e ad un'accelerazione nella crescita della base clienti di rete fissa. L'Ebitda cresce dell’8,8%, più velocemente rispetto alla crescita dei ricavi, e si attesta a quota 1.200 milioni di euro.

Per quanto riguarda il nostro Paese, Vodafone Italia ha chiuso il semestre al 30 settembre 2017 con ricavi, margini e clienti in banda larga, mobile e fissa, in crescita. I ricavi da servizi, si legge in una nota, hanno raggiunto 2.673 milioni di euro (+2,3%) grazie in particolare ad un incremento dell'ARPU mobile e fisso, e ad un'accelerazione nella crescita della base clienti di rete fissa. L'Ebitda cresce dell'8,8%, più velocemente rispetto alla crescita dei ricavi, e si attesta a quota 1.200 milioni di euro.

© Riproduzione riservata