Finanza & Mercati

Dossier La Spezia alle battute finali, Iren vola i massimi storici

utility in fermento

Dossier La Spezia alle battute finali, Iren vola i massimi storici

Andamento titoli
Vedi altro

Seduta brillante per Iren, che chiude in rialzo del 4,59% a 2,64 euro, sui nuovi massimi storici, all’indomani del sostanziale via libera del cda all’acquisizione di Acam La Spezia. L'operazione prevede l‘acquisizione del 100% della stessa Acam per un corrispettivo di 59 milioni (a cui va aggiunto il debito intorno ai 141 milioni) attraverso un aumento di capitale riservato ai comuni azionisti di Acam al prezzo di 2,13 euro per azione.

«La significativa crescita del titolo in Borsa nella giornata odierna testimonia l’apprezzamento da parte del mercato circa l’avvio dell’operazione di aggregazione del gruppo Iren con Acam La Spezia - commenta il presidente di Iren, Paolo Peveraro -Un’operazione che conferma e rafforza le linee del piano industriale appena approvato e, attraverso le sinergie realizzabili all’interno del gruppo, contribuirà a migliorare i servizi per i cittadini e a creare valore per i territori». L’acquisizione di Acam La Spezia andrà in porto solo in caso di adesione da parte di almeno il 70% del capitale dell’utility spezzina.

L'acquisizione di Acam La Spezia si contestualizza nella politica di M&A portata avanti da Iren negli ultimi anni, particolarmente concentrata su operazioni nei territori di riferimento come, l'anno scorso, Atena Vercelli. Nel nuovo piano industriale, presentato a metà novembre, il management ha ipotizzato un apporto di 130 milioni di mol da M&A (di cui 30 milioni da Acam) comunque considerati come "buffer" nelle proiezioni su mol, in cui non sono stati computati.

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus)

© Riproduzione riservata