Finanza & Mercati

York Capital rileva i maggiori crediti del progetto Porta Vittoria

  • Abbonati
  • Accedi
milano

York Capital rileva i maggiori crediti del progetto Porta Vittoria

Il cantiere nel 2015 (Fotogramma)
Il cantiere nel 2015 (Fotogramma)

Colpo di scena nella contesa per l'area di Porta Vittoria a Milano, collassata sotto il peso di 400 milioni di debiti. Il fondo americano York Capital sembra avere messo a segno un punto decisivo a suo favore rispetto ai contendenti interessati all'area un tempo di Danilo Coppola. York Capital ha infatti rilevato i crediti del maggior creditore non bancario del progetto, cioè la Colombo Costruzioni. Blue Factor, intermediario finanziario in base all'articolo 106, ha raggiunto infatti con la Colombo Costruzioni un accordo per l'acquisto dei crediti dalla stessa vantati in relazione all'operazione Porta Vittoria.

La gran parte della provvista necessaria alla conclusione dell'operazione di acquisto è stata ottenuta mediante un finanziamento da una società di cartolarizzazione i cui titoli verranno sottoscritti da fondi di investimento gestiti da York Capital Management.Si tratta di un passo avanti importante in quanto York ha già firmato un preliminare con il maggior creditore bancario dell'area, cioè il BancoBpm, che vanta un credito di oltre 200 milioni.

A questo punto si attende la risposta del fondo Algebris, che tramite Nike Real Estate, società controllata dal fondo Algebris NPL II, ha depositato la scorsa settimana un concordato fallimentare nell'ambito del fallimento della società Porta Vittoria Spa. In modo da consente il pagamento integrale dei crediti in prededuzione e privilegiati, nonché il rimborso di alte percentuali per i creditori delle altre classi. In ogni caso la vicenda resta complessa, visto che ci sono da sciogliere i dubbi sul ruolo passato del Banco Popolare sull'area immobiliare, finita in fallimento, con un'indagine della Procura per una presunta attività di direzione e coordinamento da parte dell'istituto su Porta Vittoria Spa. Quest'ultima società potrebbe inoltre presentare una sua proposta di salvataggio dell'area. Di sicuro, York Capital, grazie all'acquisto dei crediti vantati dalla Colombo Costruzioni, potrà avere un peso decisivo in termini di voti nell'assemblea dei creditori.

© Riproduzione riservata