Finanza & Mercati

Banco Bpm sale, conti e piano Npl allontanano ipotesi aumento

Dopo i risultati 2017

Banco Bpm sale, conti e piano Npl allontanano ipotesi aumento

Andamento titoli
Vedi altro

Banco Bpm rivede i livelli dell'ottobre scorso a quota 3,2 euro per azione ed è la migliore delFTSE MIBall'indomani della presentazione dei conti 2017 e dell'aggiornamento sul piano di riduzione dei crediti problematici. Le azioni hanno segnato un massimo a 3,29 euro.

L'istituto milanese ha chiuso il 2017 con un utile netto di 557,8 milioni di euro che include i proventi della cessione di Aletti Gestielle. Un anno fa il bilancio 2016 si chiuse con perdite per 1,33 miliardi. Il risultato della gestione operativa è stato di 1,57 miliardi di euro (422 milioni di euro nel IV trimestre). Contestualmente il gruppo ha annunciato un nuovo piano di riduzione dell'esposizione ai crediti problematici: rispetto al programma di cessione di sofferenze per 8 miliardi, la stima viene alzata fino 13 miliardi di euro al 2020.

Per broker si allontanano ipotesi di ricorso ad aumento capitale

Le azioni previste da questo piano, secondo gli analisti di Equita Sim, sono in grado di rimuovere il rischio di vendite consistenti sul titolo Banco Bpm, a causa dei timori di eventuali rafforzamenti patrimoniali necessari, e anche di eliminare il gap di valutazione rispetto agli altri istituti: attualmente Banco Bpm tratta in Borsa a 0,4 volte gli asset tangibili rispetto allo 0,5 degli istituti comparabili. «Riteniamo che i risultati riducano la pressione sul titolo dovuta a ipotesi di rischio di aumento di capitale - è il commento di un'altra sim - Valutiamo positiva l'accelerazione del derisking».

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus)

© Riproduzione riservata