Finanza & Mercati

Sky balza a sorpresa a Londra, risparmia sui diritti calcio inglese

calcio&business

Sky balza a sorpresa a Londra, risparmia sui diritti calcio inglese

Scatto alla Borsa di Londra per le azioni Sky all'indomani dell'esito a sorpresa dell'asta per i diritti audiovisivi del calcio inglese segnando i massimi da fine 2015 sfiorando i 1100 pence. Ieri la società ha annunciato di essersi assicurata insieme a Bt Sport 4 pacchetti di partite, per un totale di 128 match a stagione, con un esborso annuo di 1,193 miliardi di sterline: in pratica, stando a quanto comunicato dal broadcaster, la società ha ottenuto lo stesso numero di partite (126 attualmente) ma pagando un prezzo per partita inferiore del 16%. Proprio il fattore prezzo è stato uno degli elementi a sorprendere maggiormente gli operatori e a far sottolineare alla stampa inglese che la corsa sfrenata dei broadcaster al prodotto calcio si stia in realtà raffreddando: l'ultima asta sulla Premier League inglese aveva infatti visto rincari nell'ordine dell'83%, sottolinea un report del Credit Suisse, e le indiscrezioni sull'interesse di big del web come Amazon e come Facebook per le licenze del campionato Uk avevano fatto pensare alla vigilia a una ulteriore inflazione per la gara sui campionati 2019-22. Secondo il broker elvetico, il gruppo britannico ha avuto dei benefici dall'accordo sui contenuti con Bt Sport, che ha dunque allentato la tensione competitiva, e allo stesso tempo è stato «coraggioso» e «lungimirante» nel ritenere che Amazon non si sarebbe fatta avanti per i pacchetti principali di partite messe all'asta contro i pronostici degli addetti ai lavori. Se Sky dovesse aggiudicarsi anche uno dei due pacchetti di partite rimasti invenduti, l'impegno economico sarebbe in linea con quello attuale, a fronte di stime di +30% da parte delle case di investimento, tant'è che i broker si interrogano già sull'eventuale utilizzo delle risorse risparmiate da parte di Sky e sugli effetti che queste potrebbero avere sull'offerta fatta da Fox (titolare del 39%) a 1075 pence per azione per arrivare al controllo totale del broadcaster inglese.

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus)

© Riproduzione riservata