Finanza & Mercati

Fca allunga le dopo parole di Marchionne a Ginevra

  • Abbonati
  • Accedi
auto

Fca allunga le dopo parole di Marchionne a Ginevra

Andamento titoli
Vedi altro

Fiat Chrysler Automobiles in allungo a Piazza Affari. Non appena l’ad del gruppo, Sergio Marchionne ha iniziato a parlare dal Salone dell’auto di Ginevra, i titoli hanno allungato il passo a Piazza Affari, tanto da registrare una delle performance migliori del Ftse Mib.
Il numero uno del gruppo italo-americano ha lasciato la porta aperta all'ingressi di cinesi nel capitale, pur escludendo che al momento ci sia bisogno. Ha inoltre indicato che a giugno dovrebbe avvenire l’azzeramento del debito, come aveva già promesso nei mesi scorsi, quando aveva preannunciato che in tal caso avrebbe presentato il piano industriale, in calendario a inizio giugno, con la cravatta. Scherzando oggi ha dichiarato: «La cravatta è pronta, sto aspettando dai nostri finanziari» il via libera. In più il manager ha detto che «Non abbiamo particolare bisogno di investitori cinesi», ma «restiamo aperti». Riguardo al mercato nella Repubblica Popolare, Marchionne ha spiegato che «continueremo a lavorare con le autorità cinesi», perché si tratta di un Paese dove «abbiamo commesso un paio di errori all'inizio: pensavamo che Jeep avrebbe trovato subito terreno fertile sul mercato cinese e ci siamo sbagliati ora stiamo aggiustando il tiro, la nostra piattaforma è più forte, penso che il 2018 andrà molto meglio, ci stiamo lavorando».
Parlando come un fiume in piena, Marchionne ha rivelato che sul fronte del dieselgate l'azienda sta «lavorando con le autorità Usa», mentre a livello di strategia ha spiegato che il marchio Fiat non correrà dietro al mercato di massa. «Abbiamo la fortuna di avere un paio di buoni modelli Fiat che sono il futuro del marchio», ha detto ancora. Top secret, invece, i piani sull’elettrico e sull'auto a guida autonoma: per conoscere le novità sulla "guida autonoma ed elettrificazione bisogna aspettare il primo giugno", ha tagliato corto Marchionne. Intanto questa mattina Moody's Investors Service ha alzato il rating da «Ba3» a «Ba2», con outlook stabile su Fca.

(Il Sole 24 Ore Radiocor )

© Riproduzione riservata