Finanza & Mercati

Jp Morgan affossa Mediaset, consigliando 'Underweight'

  • Abbonati
  • Accedi
media

Jp Morgan affossa Mediaset, consigliando 'Underweight'

Andamento titoli
Vedi altro

Giornata di ribasso per Mediaset. A incoraggiare le vendite è un report negativo di Jp Morgan, che consiglia di vendere le azioni del Biscione. I titoli sono in netta controtendenza.
Gli analisti di Jp Morgan, in un 'analisi sui brodcaster europei, indicano che il comparto televisivo ha rialzato la testa dal secondo trimestre dell’anno scorso, allungando il passo nella seconda parte del 2017 grazie alla crescita superiore alle attese in Francia e Germania. Per la banca d’affari, tra l'altro, gli investitori fino a oggi hanno ingigantito i timori strutturali per il settore e hanno sottovalutato al tempo stesso le opportunità di crescita.
Gli esperti della banca americana consigliano di acquistare le azioni di Pro7, mentre raccomandano di alleggerire i portafogli di azioni di Mediaset e M6 (giudizio di underweight). «Abbiamo rivisto al ribasso la raccomandazione su M6 e Mediaset tenendo conto della performance registrata dalle azioni negli ultimi mesi. Dallo scorso novembre - hanno spiegato gli esperti - Mediaset ha guadagnato circa il 15% e M6 il 16%, cosicché adesso le quotazioni sono in linea con i nostri target di prezzo».
Più nel dettaglio gli analisti della banca d’affari hanno rivisto le valutazioni su Mediaset tenendo conto dei dati deboli del quarto trimestre e dei costi che l'azienda dovrà sostenere per rilevare i diritti tv sulla Coppa del Mondo.
«Abbiamo tagliato le stime di crescita del 2017 da 1,3% a 0,4% e ridotto le stime sull’ebit del 2,7% a 360 milioni», hanno scritto nel report gli esperti, che hanno messo in conto un costo attorno a 45 milioni per i diritti tv per la Coppa del Mondo. «Anche se l’azienda saprà anticipare il risparmio dei costi già previsto nel periodo 2019-2020 in modo da assorbire circa la metà della spesa per la Coppa del Mondo - hanno motivato gli esperti - e anche se i diritti per la stessa Coppa del Mondo riusciranno a generare un incremento di ricavi pubblicitari di 60 milioni, l'andamento dell'ebit inizialmente rimarrà invariato, ma nel lungo periodo peggiorerà visto che mancherà il supporto proprio della Coppa del Mondo». Così Jp Morgan ha tagliato il target di prezzo per Mediaset da 3,2 a 3,1 euro pur continuando a assumere che l’azienda alla fine riuscirà a portare a casa un valore di circa 700 milioni, siglando un accordo con Vivendi per il mancato acquisto della paytv. Partita, quest'ultima, che potrebbe avere tempi lunghi, anche perché la prossima udienza in Tribunale sulla mancata acquisizione di Premium è stata fissata a ottobre. Jp Morgan ha sottolineato che il target di prezzo di Mediaset ingloba anche un possibile accordo commerciale che Mediaset potrebbe siglare con Telecom Italia e che, secondo la banca d'affari, potrebbe aggiungere un 5-10% all’ebit del gruppo. In questo caso, hanno ricordato gli esperti, i tempi dovrebbero essere più brevi.

(Il Sole 24 Ore Radiocor)

© Riproduzione riservata