Finanza & Mercati

Martin Sorrell (Wpp) sotto inchiesta interna per uso improprio di…

  • Abbonati
  • Accedi
ceo della compagnia pubblicitaria leader

Martin Sorrell (Wpp) sotto inchiesta interna per uso improprio di fondi

LONDRA - Martin Sorrell, chief executive di Wpp, la maggiore compagnia pubblicitaria al mondo, è stato messo sotto inchiesta dal gruppo da lui fondato per il sospetto di “comportamenti non corretti”.
Le accuse, che Sorrel respinge categoricamente, riguardano l'uso improprio di fondi della società, ma Wpp non ha fornito dettagli. Il gruppo ha sottolineato però che le cifre contestate sono “irrilevanti”. L'indagine è stata affidata dal consiglio di amministrazione a uno studio legale indipendente.

Sorrell è uno dei capitani d'industria più noti in Gran Bretagna e uno degli amministratori delegati meglio pagati al mondo, con una retribuzione annua intorno ai 50 milioni di sterline.
«Wpp sta indagando su un'accusa di irregolarità finanziaria contro di me, che riguarda l'utilizzo improprio di fondi della società - ha dichiarato oggi il Ceo –. Uno studio legale sta indagando sulle accuse. Io respingo categoricamente le accuse ma concordo che il gruppo deve procedere con un'inchiesta. L'indagine verrà conclusa a breve e ovviamente io non avrò alcuna parte nella gestione dell'indagine in corso».

Il gruppo che Sorrell aveva fondato con un collega nel 1985 è diventato la più grande società di marketing e pubblicità al mondo e impiega 134mila dipendenti in oltre 100 Paesi. Negli ultimi anni a ogni assemblea degli azionisti ci sono state domande sulla successione a Sorrell, che ha 73 anni, e critiche alla sua remunerazione da alcuni giudicata eccessiva. Il Ceo non ha mai voluto parlare di dimissioni o pensionamento.
Secondo alcuni analisti, se l'indagine dovesse confermare comportamenti illeciti il lungo regno di “King Martin” potrebbe avviarsi verso la conclusione.
Il titolo Wpp, che già ha perso il 36% nell'ultimo anno, oggi sta calando del 2% alla Borsa di Londra ai livelli minimi da quattro anni. Il mese scorso il gruppo aveva dichiarato che il 2017 era stato il peggiore dalla crisi del 2009.
Gli utili 2017 sono aumentati del 7,7% a 2,1 miliardi di sterline, ma Wpp ha detto che a causa delle prospettive incerte e della grande concorrenza nel settore nel 2018 il gruppo sarebbe stato costretto a tagli dei costi e del personale.

© Riproduzione riservata