Italia

Dossier Se gestire l’economia di casa diventa un’«impresa»

    Dossier | N. 2 articoliSoldi & famiglia

    Se gestire l’economia di casa diventa un’«impresa»

    (Agf)
    (Agf)

    Evocata in ogni campagna elettorale, blandita da tutti gli schieramenti politici, al centro di riflessioni demografiche e sociologiche, la famiglia italiana non sembra giovarsi granché di queste attenzioni. «Nel volgere di vent’anni – avvertiva l’Istat nell’annuario statistico del 2017 – il numero medio di componenti in famiglia è sceso da 2,7 (media 1995-1996) a 2,4 (media 2015-2016)», mentre aumentano «le famiglie composte da una sola persona (dal 20,5% al 31,6%) e si riducono quelle di cinque o più componenti (dall’8,1% al 5,4%)». Ed è noto come il tasso nazionale di natalità – se vogliamo prendere in considerazione un’attività strettamente connessa alle famiglie – sia da anni in costante calo: nel 2017, sempre l’Istat ha registrato 464mila nascite, «nuovo minimo storico e il 2% in meno rispetto al 2016», con un numero medio di figli per donna pari a 1,34 (invariato rispetto all’anno precedente) e un’età media al parto ancora in ascesa a 31,8 anni.

    Questi numeri segnalano indubbiamente una condizione di difficoltà, che deriva da tanti fattori. Senza voler trascurare le ragioni profonde, di tipo culturale e sociale, è certo che la lunga crisi economica e le incertezze occupazionali stanno pesando non poco sulla decisione di «avviare» una famiglia. Perché, se è certamente vero che dar vita a una famiglia (fosse anche di una sola persona) non è certo una questione di soldi, è altrettanto vero che nessuna famiglia può ignorare gli aspetti economici. E questi sono spesso difficili da gestire, non solo e non tanto perché mancano le risorse (pure non abbondanti, specie in certe aree del Paese) ma anche perché l’accesso ai servizi sociali, al credito, alle agevolazioni, fiscali e no, è spesso complicato.

    Il progetto
    I fascicoli di «Soldi e famiglia» che «Il Sole 24 Ore» presenta in edicola da domani muovono dalle possibili analogie tra «famiglia» e «impresa»: nel senso, cioè, che gestire una famiglia non è molto diverso, né meno complicato, rispetto a gestire un’impresa. Ci sono da fare, nella fase iniziale, gli investimenti più importanti, dalla casa alla scelta tra separazione o comunione dei beni, passando poi per le scelte su «macchinari» e «forniture» (elettrodomestici, tv, gas, luce, connessioni a internet) per arrivare all’«attività tipica» delle decisioni sugli investimenti, sull’educazione dei figli, sulle spese per la salute.

    Ma le analogie non si fermano qui: anche per le famiglie è spesso difficile ottenere credito, è complicato capire quali sono gli sconti fiscali ai quali si ha diritto e come fare per ottenerli. E anche per le famiglie il peso delle tasse può trasformare un «utile» consistente in un pareggio risicato. Eppure per molte fasi dell’«attività economica familiare» esistono agevolazioni e bonus, sono stati previsti interventi di supporto, vengono messi a disposizione centri di informazione. Che però non si riesce a sfruttare, o che addirittura si fatica a conoscere.

    Spesso l’impresa-famiglia ha la necessità di ricorrere al consiglio di un esperto o di un professionista, di avere alcune informazioni di base per capire in quale direzione muoversi, di cercare la risposta a un dubbio, magari molto puntuale e circoscritto ma tuttavia capace di frenare un’iniziativa, in qualsiasi campo: dai lavori di ristrutturazione in casa fino alla scelta di un fondo o di una polizza, dalla richiesta di un sussidio al rapporto con la burocrazia.

    Un punto di partenza
    «Soldi e famiglia» vuole essere proprio il manuale di base per cominciare un percorso o per superare un’impasse, una prima mappa per consentire ai lettori, agli ascoltatori, agli utenti di internet di orientarsi al meglio. I fascicoli del giovedì sono un punto di inizio che rimanda a più strumenti di informazione e divulgazione, da quelli più nuovi a quelli più tradizionali. In ogni uscita (l’elenco completo è riportato più sopra, in questa stessa pagina) accanto agli articoli degli esperti, compariranno i chiarimenti forniti dall’Esperto risponde, che su internet mette a disposizione una banca dati con oltre 200mile casi risolti, consultabile gratuitamente (www.espertorisponde.ilsole24ore.com).

    E in ogni uscita vi saranno anche le spiegazioni fornite agli ascoltatori della trasmissione «Due di denari», ogni giorno dalle 11 alle 12 su «Radio 24» (riascoltabile dal sito www.radio24.it). In tutti i volumi ci sarà una prima guida alle app e ai siti utili per le diverse necessità, da approfondire poi sul sito www.ilsole24ore.com: dalle sezioni dedicate come Casa24 o Motori24, fino agli ebook sui vari argomenti, dai bonus fiscali al condominio, dalle novità per le pensioni a quelle per il lavoro (tutti gli ebook sono all’indirizzo www.ilsole24ore.com/ebook, gratuiti per gli abbonati e in vendita per i non abbonati).

    Avviare una famiglia, come si diceva, non è certo una questione di soldi. Ma in qualsiasi famiglia i soldi sono importanti. Questa collana vuole essere una guida per dare loro lo spazio che si meritano, piccolo o grande che sia.

    © Riproduzione riservata