Finanza & Mercati

All’assemblea Bper vince la lista presentata dal cda

banche

All’assemblea Bper vince la lista presentata dal cda

(Fotogramma)
(Fotogramma)

L'assemblea dei soci di Bper Banca ha eletto il nuovo consiglio di amministrazione, dando piena fiducia alla lista presentata dal Cda. La lista 1, proposta dall'attuale board guidato da Alessandro Vandelli e sostenuta dai principali grandi soci della banca, ha ottenuto il 73,4% delle preferenze e porta in consiglio 12 persone sui 15 totali, tra cui l'attuale amministratore delegato, Alessandro Vandelli. Tre, invece, sono gli eletti rappresentanti della lista 2 presentata dai fondi di investimento, che ha ottenuto il 26,5% dei voti.

Il consiglio sarà dunque formato da Alessandro Vandelli, Riccardo Barbieri, Massimo Belcredi, Mara Bernardini, Luciano Filippo Camagni, Giuseppe Capponcelli, Pietro Ferrari, Elisabetta Gualandri, Ornella Moro, Mario Noera, Rossella Schiavini e Valeria Venturelli della lista 1. Tra loro anche il presidente di Confindustria Emilia-Romagna, Ferrari, destinato a essere nominato presidente del gruppo. Per la lista 2 sono stati eletti Roberta Marracino, Alessandro Foti e Marisa Pappalardo.

Vandelli ha espresso soddisfazione per i risultati delle elezioni: «Non posso nascondere che aver ottenuto il 73,4% dei voti espressi oggi alla lista proposta dal cda è stato un risultato importante che va a coagulare i voti delle fondazioni, del partner industriale UnipolSai, delle famiglie delle imprese». Decisivo però è stato anche il peso anche dei fondi, che avrebbero messo insieme un 4-5% del capitale votando a favore della lista del Cda.

Al termine dell'assemblea, Vandelli ha confermato che la banca è al lavoro sul nuovo piano industriale, che verrà presentato a settembre. «E' un piano che porterà avanti dei progetti che hanno a che fare con la semplificazione e l'efficientamento del nostro gruppo» ha detto Vandelli. Massima attenzione anche alla qualità del credito mentre è da mettere in conto «una crescita significativa della redditività». Per nuove acquisizioni o aggregazione in casa Bper Banca invece si dovrà attendere il 2019. «Oggi in cima alla nostra agenda c'è la qualità del credito: siamo totalmente impegnati nel 2018 a portare a casa dei risultati che speriamo siano importanti da questo punto di vista».

© Riproduzione riservata