Finanza & Mercati

Multa da 74,3 milioni a Tim per violazione sul golden power

  • Abbonati
  • Accedi
controfirma di gentiloni

Multa da 74,3 milioni a Tim per violazione sul golden power

(Ansa)
(Ansa)

Arriva la multa del governo da 74,3 milioni a Tim per la violazione degli obblighi relativa alla normativa sui poteri speciali (golden power). Il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, ha controfirmato la proposta di sanzione trasmessa dal ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda, cui la legge assegnava l'atto decisivo sul percorso avviato a settembre 2017.

Nello stringato comunicato diffuso da Palazzo Chigi si legge che l'ammontare corrisponde «all'1% del fatturato cumulato di Tim e Vivendi in relazione agli asset rilevanti nel settore delle telecomunicazioni». In sostanza, sarebbe prevalsa alla fine un'interpretazione più restrittiva della legge che ha portato a considerare il perimetro “sensibile” ai fini del golden power.

Così l'asticella è rimasta ben al di sotto dei 300 milioni che erano emersi in questi mesi e che rappresentano, decreto alla mano, la risultante dell'1% del fatturato cumulato dei due gruppi e non delle attività giudicate strategiche. Il governo chiude così il percorso a pochi giorni dalla scadenza della proroga di un mese fissata a metà aprile dallo stesso esecutivo per scavallare il doppio snodo assembleare che, come noto, ha prodotto un ribaltone nella governance di Tim.

© Riproduzione riservata