Finanza & Mercati

La Fed «limita» le attività di Deutsche Bank negli Stati Uniti

  • Abbonati
  • Accedi
STATUS DI «CONDIZIONI PROBLEMATICHE»

La Fed «limita» le attività di Deutsche Bank negli Stati Uniti

(Italy Photo Press)
(Italy Photo Press)

La Federal Reserve ha designato come «problematiche» le condizioni delle attività americane di Deutsche Bank. L'indiscrezione è del Wall Street Journal. La banca tedesca è stata bocciata dalla banca centrale americana un anno fa ma prima d’ora non ne era stata data notizia. Lo status «condizioni problematiche» - uno dei più bassi a essere usati dalla Fed - ha condizionato le scelte dell'istituto di credito nel ridurre l'assunzione di rischi in aree come il trading e la concessione dei prestiti. Questo status significa anche che le decisioni del gruppo tedesco sulle assunzioni e sui licenziamenti di top manager in Usa devono passare dalla Fed.

Stando al Wsj, anche l’esborso di una buonuscita e cambiamenti degli incarichi di lavoro del personale richiedono l’ok della Fed. Stando alle fonti anonime citate, l’azione punitiva della Fed - che in Usa è il principale regolatore per le banche - ha pesato negativamente sulle relazioni di Deutsche Bank con altri regolatori come la Federal Deposit Insurance Corp (che in Usa garantisce i depositi bancari). La classificazione utilizzata dalla Fed per giudicare le banche non è divulgata al pubblico e si chiama «CAMELS», acronimo di capital adequacy, asset quality, management, earnings, liquidity, and sensitivity to market risk; prevede cinque livelli, da 1 a 5. Il rating migliore è pari a 1. Alle banche problematiche viene affidato un 4 o 5.

Un portavoce di Deutsche Bank citato dal Wsj ha detto che la banca non commenta «feedback regolatori specifici». Secondo il portavoce la banca madre «è ben capitalizzata e ha riserve di liquidità significative». Stando a quanto spiegato, le sussidiarie rilevanti in Usa sono «DB Usa Corp, Deutsche Bank Trust Corporation e Deutsche Bank Trust Company Americas, la nostra principale sussidiaria bancaria che ha un bilancio molto solido come svelato nei nostri documenti trimestrali e annuali» depositati presso le autorità competenti.

«Abbiamo indicato in precedenza che i nostri regolatori hanno identificato aree varie per un miglioramento legato al nostro controllo e alla nostra infrastruttura. Siamo altamente focalizzati nell'affrontare le debolezze identificate nelle nostre attività Usa».

Va ricordato che le attività Usa di Deutsche Bank fallirono gli stress test della Fed nel 2015 e nel 2016. Nel 2017 la Fed ha compiuto azioni sulla banca per via di una carenza dei controlli sul trading di valute, sul riciclaggio di denaro e nel rispetto Volcker-rule. Il gruppo ha inoltre pagato miliardi di dollari per patteggiare con la Giustizia Usa.

© Riproduzione riservata